logo

Indicazioni e controindicazioni per il massaggio

Indicazioni. Il massaggio è indicato per tutte le persone sane. In questo caso, le sue prime sessioni dovrebbero essere più brevi e meno intense in modo che la persona che viene massaggiata venga utilizzata per massaggiare le tecniche e le capacità tecniche del massaggiatore stesso. Ciò consente al massaggiatore di "riconoscere" la persona che viene massaggiata, di studiare la sua reazione al massaggio.

Il massaggio per i bambini non dovrebbe essere lungo e vigoroso, vale a dire la loro reattività e tenerezza della pelle devono essere prese in considerazione.

Per alcune forme nosologiche di malattie e lesioni, il massaggio viene utilizzato solo come indicato da un medico. La tecnica dovrebbe essere rigorosamente differenziata in base all'eziologia, alla patogenesi, alla forma clinica della malattia, allo stadio del processo.

Le controindicazioni relative sono controindicazioni al massaggio di una determinata area del corpo. È estremamente difficile prevedere tutto e, inoltre, caratterizzarli. Ad esempio, non puoi massaggiare le aree in cui vi è abrasione della pelle, fratture delle ossa tubulari delle estremità nei primi giorni dopo una lesione, uno stomaco con ernie, calcoli nella cistifellea, nella vescica e nei reni, durante le mestruazioni e la gravidanza.

Il massaggio viene effettuato non prima di un'ora dopo aver mangiato; lo stesso intervallo di tempo dopo la procedura dovrebbe essere osservato.

In tutti i casi dubbi, il massaggiatore dovrebbe consultare un medico.

1) condizioni febbrili acute;

2) processo infiammatorio acuto;

3) sanguinamento, sanguinamento, scorbuto;

4) malattie del sangue;

5) processi purulenti di qualsiasi localizzazione;

6) malattie della pelle (eziologia fungina o infettiva);

7) infiammazione acuta, trombosi e vene varicose significative con disturbi trofici;

8) endarterite complicata da disturbi trofici e cancrena; angioite;

9) aterosclerosi dei vasi periferici e cerebrali, accompagnata da crisi cerebrali;

10) aneurismi vascolari;

11) infiammazione dei linfonodi;

12) un'allergia con emorragie e altre eruzioni cutanee, emorragia nella pelle;

13) forma attiva di tubercolosi;

14) sifilide degli stadi I e II;

15) malattie degli organi addominali con tendenza a sanguinare I;

16) osteomielite cronica;

17) tumori benigni e maligni di varia localizzazione;

18) malattia mentale con eccitazione eccessiva e una psiche significativamente alterata;

19) dolori acuti di varie eziologie che richiedono l'uso di droghe;

20) periodo postoperatorio con:

a) insufficienza cardiovascolare acuta;

b) embolia polmonare;

c) insufficienza renale ed epatica;

d) reazione allergica cutanea acuta comune (orticaria).

Va notato che in alcuni casi, le controindicazioni al massaggio sono temporanee e dopo un processo infiammatorio acuto, la febbre, ecc. Possono essere utilizzati massaggi, nonché dopo la rimozione radicale dei tumori. Insieme a questo, in condizioni come aneurisma vascolare, malattie del sangue, angiite, il massaggio è controindicato in tutti i casi.

Per le malattie della pelle come neurodermite, psoriasi, eczema, il massaggio hardware non è controindicato. Con lievi danni alla pelle, vene varicose degli arti inferiori, è possibile massaggiare l'area remota dal sito del danno, ad esempio la zona del colletto.

massoterapia

Sulla procedura

Il massaggio medico medico è una sezione della terapia manuale basata sull'azione meccanica sulla superficie del corpo di un paziente.

Il massaggio è noto fin dall'antichità ed è considerato il metodo più efficace di trattamento terapeutico, non correlato all'assunzione di farmaci, effetti hardware e l'uso di fattori naturali. Indipendentemente da altezze, farmacologia, fisioterapia, balneologia, pratiche di massaggio sono ancora ampiamente utilizzate nel trattamento di disturbi cronici, a fini preventivi, durante il recupero da malattie e lesioni.

È difficile sopravvalutare il ruolo del massaggio in neurologia, ortopedia, cosmetologia, medicina estetica e sportiva. Può entrare nel complesso terapeutico e agire come una procedura medica indipendente.

Nonostante la semplicità esteriore delle tecniche di massaggio, questo tipo di effetto terapeutico fin dall'antichità è giustamente considerato un'arte di cui non tutti possono padroneggiare i segreti. Il corpo sotto le mani sensibili e forti del maestro si trasforma magicamente, acquisisce leggerezza e forza..

Un massaggio terapeutico professionale alla schiena è in grado di alleviare rapidamente il dolore nelle malattie della colonna vertebrale, annullando i blocchi di farmaci e prendendo analgesici potenzialmente non sicuri. Ma c'è un altro aspetto della medaglia: il massaggio eseguito male può fare più male che bene.

Ecco perché non è sufficiente ricevere la nomina di un medico specializzato per la procedura, una direzione cartacea o elettronica non è sufficiente. È anche necessario trovare un maestro che sentirà il tuo corpo e sarà in grado di trasmettere attraverso le sue mani l'energia che trasforma il tuo corpo, donando bellezza e salute.

Terapia di massaggio - Indicazioni standard

La procedura ha lo scopo di aumentare il tono muscolare nelle aree interessate, migliorare la circolazione dei fluidi (sangue e linfa), accelerare i processi metabolici e la rigenerazione dei tessuti. Le principali indicazioni per il rinvio alla sala massaggi sono:

  • dolori muscolari e crampi di varia natura, specialmente nella schiena e nel collo;
  • disturbi della postura, malattie della colonna vertebrale e delle articolazioni vertebrali;
  • congestione dei vasi sanguigni e linfatici, specialmente degli arti, edema;
  • sovrappeso;
  • guarigione da infortuni e interventi chirurgici.
In quest'ultimo caso, è necessaria la consultazione con il chirurgo ortopedico o il chirurgo che esegue l'operazione..

L'aiuto di un massaggiatore è vitale per i pazienti con mobilità limitata. Atrofia muscolare, congestione fluida e rischio di piaghe da decubito sono le principali minacce per i pazienti costretti a letto..

Come già notato sopra, il massaggio come misura preventiva è prescritto per le persone praticamente sane. Normalizza il tono e la nutrizione della pelle, aiuta ad alleviare la fatica e lo stress, ripristina l'immunità.

Varietà di massaggi terapeutici

Il massaggio è di solito diviso in base alla scala di impatto - generale e locale. Il luogo e l'area dello "studio" medico dipendono dalla malattia. Durante la procedura, viene utilizzato uno speciale olio da massaggio, che facilita la manipolazione e previene i danni alla pelle.

L'esposizione locale è diretta alle seguenti aree:

  1. Zona testa e collo cervicale. Le principali indicazioni sono malattie neurologiche, svenimento e vertigini, ipertensione arteriosa, emicrania, meteosensibilità.
  2. Colonna vertebrale cervicale e toracica. Osteocondrosi, dolore nella parte posteriore della testa e della schiena, rilassamento muscolare, affaticamento, vertigini.
  3. Gabbia toracica. È finalizzato al trattamento di organi situati al suo interno: bronchite cronica (ma non acuta!), Pleurite, polmonite, asma bronchiale e altre malattie di natura allergica, conseguenze a lungo termine del pneumotorace traumatico. Il lavoro di un massaggiatore promuove la liquefazione e l'eliminazione dell'espettorato, rende il diaframma più mobile, rafforza i muscoli respiratori, che è particolarmente importante per le persone che hanno uno stile di vita sedentario.
  4. Lombo e sacro. Una procedura estremamente rilevante per le persone di mezza età e anziane, la maggior parte delle quali soffre di radicolite, osteocondrosi e artrite della colonna vertebrale inferiore. Visitando un massaggio terapeutico alla schiena, il paziente correggerà la sua postura, si libererà dell'andatura che si trascina, si piega alla schiena (con spondilite grave e spondilite anchilosante, questa è molto accuratamente chiamata la "posa supplicante"), dolore costante alla schiena e alle gambe. Dopo una serie di procedure, il paziente guarda il mondo con gioia e amore..
  5. Arti di massaggio. È usato in traumatologia, flebologia, artrologia e altri campi della medicina. Ti consente di migliorare il tessuto trofico, eliminare il dolore dopo le lesioni (o ridurlo), migliora la condizione con artrosi, artrite, vene varicose nelle fasi iniziali.
Il massaggio copre tutto l'arto: dal piede alla natica e all'anca dal basso, e dalla mano all'articolazione della spalla dall'alto. Ciò è dovuto al fatto che in seguito all'esposizione, il drenaggio linfatico viene eseguito su tutta la lunghezza del flusso linfatico nel braccio o nella gamba.

Il massaggio generale è spesso prescritto a scopo preventivo. Contribuisce alla normalizzazione dello stato psicoemotivo, allevia lo stress e la fatica e ripristina la forza dopo lo sforzo fisico..

La procedura inizia dalla parte posteriore (il paziente è disteso a pancia in giù).In primo luogo, il massaggiatore risolve la colonna vertebrale toracica, quindi si alza alle spalle e al collo, quindi va alla parte bassa della schiena, all'osso sacro, ai glutei e alle estremità inferiori. Quindi al paziente viene chiesto di rotolarsi sulla schiena e andare dal basso verso l'alto dai piedi al petto. La sessione termina con un massaggio delle mani e della testa..

La durata del corso di massaggio medico medico e le singole procedure dipendono dalle indicazioni mediche, dall'età del paziente e da altri fattori. Gli effetti locali non durano più di mezz'ora, un massaggio generale per circa 60 minuti. Il corso di solito comprende da dieci a quindici sessioni. Si consiglia a una persona in buona salute, soprattutto all'età di 40 anni, di ripetere i viaggi di corso nella sala massaggi 2-3 volte l'anno. Particolarmente rilevante in primavera, alla vigilia delle festività natalizie.

Trattamento di massaggio di malattie degli organi interni. Indicazioni e controindicazioni per il massaggio terapeutico

§ 8. Brevemente sulla terapia di massaggio per le malattie degli organi interni.

Il massaggio tratta la patologia del sistema nervoso periferico (neurite, nevralgia, radicolite, osteocondrosi, ganglionite e così via), organi interni, legamenti, articolazioni. I neurologi cercano di curare con il massaggio principalmente la patologia del sistema nervoso periferico (somatico e autonomo). L'intero sistema nervoso periferico proviene dal midollo spinale e quindi i nervi vanno alla testa, al collo, al tronco e agli arti. Il midollo spinale scorre all'interno della colonna vertebrale. Nel 90% dei casi, i nervi vengono premuti dalla fascia dei muscoli paravertebrali nelle immediate vicinanze della colonna vertebrale. Pertanto, l'accesso alla colonna vertebrale e, più precisamente, all'area situata a destra e a sinistra della colonna vertebrale, da cui escono grandi tronchi nervosi, svolge un ruolo fondamentale per il neuropatologo-massaggiatore. Con la radicolite, è efficace per il trattamento con massaggio dei muscoli paravertebrali, digitopressione, agopuntura e rimozione dell'infiammazione del tronco nervoso mediante iniezione di ormoni surrenali. Anatomicamente, ci sono spazi aperti per il massaggio della superficie interna della colonna vertebrale (collo, stomaco) e spazi chiusi (colonna vertebrale toracica, bacino piccolo). I terapisti trattano le ulcere dello stomaco e il diabete con il massaggio. Il massaggio con ginecologi migliora l'innervazione autonoma del bacino di una donna, che a sua volta porta all'eliminazione della salpingite, dell'ovaio e persino dei fibromi uterini e delle cisti ovariche. I traumatologi trattano l'artrite da massaggio, l'infiammazione dei legamenti e dei muscoli. I massaggiatori allungano le aderenze intestinali.

A seconda della localizzazione dell'organo interno, il medico seleziona la tecnica di massaggio appropriata. La tecnica del massaggio terapeutico dipende direttamente dalla struttura anatomica dell'organo. Il massaggio terapeutico alla testa non sarà eseguito allo stesso modo del massaggio alla schiena e il massaggio allo stinco non sarà allo stesso modo del massaggio addominale. Pertanto, la definizione di massaggio terapeutico come "l'effetto di un massaggiatore sul tessuto muscolare" è fondamentalmente errata.

1. Quali malattie degli organi interni possono essere curate con il massaggio e quali sono impossibili. Indicazioni e controindicazioni per la terapia di massaggio. Il massaggio curativo è indicato per tutte le malattie. Si ritiene che il massaggio generale migliora l'immunità, l'umore, l'afflusso di sangue, il deflusso linfatico dai tessuti e così via. È molto sfortunato, ma nella letteratura medica mondiale non ci sono studi affidabili sulla percentuale di immunità migliorata dopo 10 sedute di massaggio generale, non ci sono studi sulla percentuale di miglior afflusso di sangue al rene dopo 10 sedute di massaggio addominale e così via. C'è la possibilità che i veri benefici di un massaggio generale siano molto più modesti di quanto i dottori scrivano al riguardo nelle loro monografie..

Una situazione completamente diversa quando si applica il massaggio terapeutico. L'efficacia del massaggio terapeutico può essere "misurata" da una diminuzione del dolore in un paziente dopo diverse procedure. Ad esempio, tre giorni fa, un paziente con mal di schiena non poteva venire in cucina e sedersi al tavolo. E dopo tre sessioni di massaggio, può persino andare al negozio, provando un dolore molto lieve. L'efficacia del massaggio terapeutico si presta bene ad una valutazione qualitativa. Il massaggio medico ha pochissime controindicazioni per l'uso. Il massaggio terapeutico non viene utilizzato solo nel trattamento di malattie in cui questo metodo è assolutamente inefficace, ad esempio con schizofrenia, epilessia, gonorrea e altri.

Indicazioni e controindicazioni per l'uso del massaggio terapeutico. La terapia di massaggio viene utilizzata nel trattamento di malattie del sistema nervoso periferico e disturbi funzionali degli organi interni. Queste malattie degli organi sono essenzialmente malattie funzionali, non organiche. Elenchiamo le indicazioni e le controindicazioni per il trattamento del massaggio delle malattie degli organi interni.

A. Indicazioni per l'uso del massaggio terapeutico, o meglio, un elenco di malattie in cui l'uso del massaggio è molto efficace (o debolmente efficace):

  • Malattie neurologiche (neuropatie, sciatica, neurite, nevralgia, paralisi cerebrale e altre).
  • Malattie terapeutiche (enuresi, diabete lieve, discinesia biliare, gastrite, ulcera peptica, asma bronchiale, discinesia dello stomaco e dell'esofago, ipertensione, emicrania, discinesia esofagea, discinesia della cistifellea, singhiozzo e altri).
  • Ginecologia (periodi dolorosi, infertilità, malattie infiammatorie delle appendici e altri).
  • Psichiatria (cattivo sonno, lievi condizioni nevrotiche dopo stress, sovraccarico e altri).
  • Endocrinologia (malattie della tiroide, pancreas, ghiandole surrenali, testicoli e ovaie, obesità, ghiandole salivari, ghiandola prostatica e altri).
  • Chirurgia (epicondilite, torcicollo muscolare, piede torto, displasia della testa del femore, lussazione congenita della coscia, artrite di origine neurogena, in particolare articolazioni dell'anca e del ginocchio, contratture articolari, distorsioni e altro).
  • Odontoiatria (gengivite, parodontite e altri).
  • Oftalmologia (ipermetropia, miopia, blefarite, congiuntivite e altri).

B. Controindicazioni, o meglio, un elenco di malattie il cui trattamento con massaggio è assolutamente inefficace:

  • Psichiatria (schizofrenia, sindrome maniaco-depressiva, sindrome depressiva, delirio, demenza senile, vari tipi di demenza e altri).
  • Neurologia (coma, encefalite, meningite, epilessia, mielite e altri).
  • Oncologia (lipoma, angioma, cancro, sarcoma, leucemia e altri).
  • Ginecologia (gravidanza oltre 7 mesi, mioma, cisti ovarica e altri).
  • Malattie infettive (infezioni respiratorie acute, bronchite, polmonite, influenza, bolle, carbonchio, flemmone, tubercolosi, micosi, actinomicosi, candidosi, epatite virale, rabbia, tubercolosi, herpes, poliomielite e altri).
  • Parassitologia (vermi, ameba, tricomonadi, plasmodio malarico, leishmaniosi, pediculosi, toxoplasmosi e altri).
  • Chirurgia e traumatologia (appendicite, fratture ossee, rottura degli organi interni, sanguinamento post-traumatico, ascesso purulento, ustioni cutanee e altri).
  • Malattie terapeutiche, infettive (colecistite, colelitiasi della colecisti, cistite purulenta, calcoli renali, pielonefrite purulenta, glomerulonefrite, anemia, otite media, reumatismo e altri).
  • Cardiologia (difetti cardiaci congeniti, malattia coronarica, angina pectoris e altri).
  • Malattie a trasmissione sessuale (sifilide, gonorrea, AIDS, uretrite purulenta e altre).
  • Malattie della pelle (neurodermite, eczema, psoriasi e altri).

2. Aree anatomiche disponibili per il massaggio degli organi interni e del sistema nervoso periferico (somatico e autonomo). L'impatto sugli organi interni viene effettuato attraverso il loro massaggio diretto, nonché attraverso l'impatto sul sistema nervoso somatico e autonomo, che circonda e penetra nell'organo cavo o parenchimale. I muscoli e i nervi delle braccia e delle gambe sono ben accessibili per il massaggio. Gli organi e i nervi all'interno della cavità addominale sono ben accessibili per il massaggio e gli organi della cavità toracica, con cui il torace interferisce, sono scarsamente accessibili. I genitali e gli organi urinari sono chiusi dalle ossa del bacino e sono anche poco accessibili per il massaggio.

1) Il massaggio dei tessuti molli della testa viene utilizzato nel trattamento di molte malattie (nevrite, nevralgia). Il massaggio del bulbo oculare (attraverso le palpebre chiuse) viene utilizzato per malattie degli occhi, malattie della retina, miopia, glaucoma, cataratta, scarsa sistemazione della vista, mal di testa, tachicardia.

2) Quasi tutti i nervi cranici che emanano dal cervello passano all'interno dei tessuti molli del collo. Sul lato del collo è il ganglio cervicale. Si trova al centro del collo quando visto di lato. Dal ganglio, le sottili fibre nervose penetrano nei tessuti molli del viso e del terzo superiore del torace. Dopo un massaggio al ganglio del collo, il mal di testa viene alleviato, l'acufene scompare e la vista migliora. Il massaggio è indicato per le seguenti malattie: mal di testa, tremore, edema di Quincke, malattia di Meniere (vertigini e vomito), emicrania (forti mal di testa di origine vascolare), malattia di Raynaud (spasmo dei capillari dell'arto superiore).

L'arteria carotidea è avvolta esternamente da una densa membrana di fibre vegetative. L'arteria corre lungo il collo dal basso verso l'alto, dalla testa della clavicola all'angolo della mascella inferiore parallela al bordo laterale della gola respiratoria. Il massaggio è indicato per le seguenti malattie: mal di testa, emicrania, respiro corto, tachicardia.

Il nervo vago comprende un gran numero di fibre vegetative, scorre dal cranio al collo parallelamente all'esofago. Il nervo vago è chiuso dalla gola respiratoria e da uno spesso strato di muscoli superficiali del collo. Il massaggio del nervo vago sul collo è indicato per le seguenti malattie: singhiozzo (patologia di innervazione del diaframma), costipazione, diarrea (patologia di innervazione dell'intestino), vomito neurogeno (patologia di innervazione dello stomaco), aritmia cardiaca ed extrasistole, incontinenza notturna.

L'arteria vertebrale (vertebrale) corre lungo le vertebre cervicali nella parte posteriore ed è avvolta all'esterno da una fodera densa di fibre vegetative. L'arteria corre lungo il collo dal basso verso l'alto lungo la superficie posterolaterale delle vertebre cervicali. L'arteria è scarsamente accessibile per il massaggio. Il massaggio dei tessuti molli del collo è indicato per le lesioni del plesso simpatico dell'arteria vertebrale (con sindrome simpatica cervicale posteriore).

3) Un corto fascio neurovascolare brachiale, circondato da una fitta rete di fibre vegetative, è poco accessibile per il massaggio. Ai fini del massaggio, il medico preme con i pollici nella "fossa" sopra la clavicola, sotto la clavicola e sotto l'ascella. Il massaggio delle fibre somatiche e vegetative è indicato per le seguenti malattie: neuropatia del plesso brachiale, sintomo del muscolo scaleno anteriore, malattia di Raynaud (spasmo dei capillari dell'arto superiore).

5) Il maggior numero di nervi somatici e autonomi è disponibile durante il massaggio dell'addome. Attraverso la parete addominale, puoi massaggiare tutti i tronchi nervosi somatici che si estendono dalla colonna vertebrale dallo spazio intervertebrale della regione toracica Th.7 - Th.12, catturando l'intera regione lombare L.1 - L.5 e sotto, fino alla colonna sacrale S.3. Quasi il 50% dei plessi nervosi somatici che emergono dalla colonna vertebrale sono disponibili per il massaggio attraverso la parete addominale dell'addome. Vedi figura 14.

Figura 14. Trattamento della radicolite con massaggio attraverso lo stomaco

6) L'innervazione somatica (muscolare) si estende non solo ai muscoli scheletrici, ma anche ai muscoli lisci e striati degli organi interni cavi: bronchi, miocardio, diaframma, stomaco, cistifellea, intestino crasso e piccolo, uretere, vescica, uretra, utero, vagina. Con la radicolite, sorgono un meccanismo di stenosi nervosa e l'eliminazione dei bioimpulsi nell'organo muscolare cavo. Pertanto, con la radicolite, la funzione di un singolo organo cavo soffrirà: mancanza di respiro o tosse di natura neurogena (compressione dei nervi Th.2 - Th.4, bronchi innervanti), dolore nel cuore (compressione dei nervi Th.4 - Th.6), convulsioni diaframmi sotto forma di singhiozzo incessante (compressione dei nervi Th.6 - Th.8), peristalsi accelerata, atonia e discinesia della colecisti (compressione dei nervi Th.7 - Th.9), peristalsi accelerata o atonia dello stomaco (compressione dei nervi Th.7 - Th.9) diarrea o costipazione da radicolite dei nervi che innervano l'intestino (nervo compressivo s Th.9 - L.3), minzione rara o frequente (compressione dei nervi L.1 - L.3), impotenza negli uomini, frigidità, atonia dell'utero e vagina nelle donne (compressione dei nervi L.4 - S.5).

7) Gli organi parenchimali sono innervati esclusivamente dal sistema nervoso autonomo: polmoni, fegato, pancreas, milza, reni, testicoli e ovaie. La compressione di una rete di fibre vegetative che avvolge un grosso vaso o nervo subirà la funzione di alcuni organi parenchimali.

8) L'impatto su una fitta rete di fibre vegetative che compongono la cistifellea e il fegato è indicato per le seguenti malattie: discinesia della cistifellea, malattia del calcoli biliari con piccoli calcoli (non più di 0,5 centimetri), colecistite (contemporaneamente all'uso di antibiotici), epatite di varie eziologie, cirrosi epatica. È interessante sottolineare che il massaggio della cistifellea spesso cura il dolore alle articolazioni delle gambe!

9) L'effetto sulla fitta rete di fibre vegetative che compongono lo stomaco è indicato per le seguenti malattie: gastrite, ulcera peptica e ulcera duodenale, gastroptosi (prolasso dello stomaco). L'impatto sulla fitta rete di fibre vegetative che compongono il pancreas è indicato per le seguenti malattie: pancreatite catarrale (non purulenta), diabete mellito.

10) Attraverso la cavità addominale, puoi agire su una fitta rete di fibre vegetative del plesso solare, che si proietta su un punto 2 centimetri sopra l'ombelico. Il massaggio è indicato per le seguenti malattie: gastrite, pancreatite, ulcera peptica dello stomaco e del duodeno, solarium (infiammazione catarrale del plesso solare), enuresi, endarterite obliterante delle gambe, costipazione e diarrea.

11) L'impatto su una fitta rete di fibre vegetative che compongono le pareti dell'intestino tenue e crasso è indicato per le seguenti malattie: colite, enterite (se questa malattia non è causata da dissenteria, colera, stafilococco, streptococco e altre infezioni batteriche), costipazione, diarrea, flatulenza, colite ulcerosa.

12) L'impatto sulla fitta rete di fibre vegetative che compongono i reni è indicato per le seguenti malattie: gonfiore di braccia, gambe, viso, ipertensione, reumatismi, anuria, glomerulonefrite (contemporaneamente al massaggio delle ghiandole endocrine e della milza), urolitiasi ( "Sabbia" nella pelvi renale), pielite e pielonefrite (contemporaneamente all'uso di antibiotici), intossicazione, avvelenamento.

13) L'effetto sulla fitta rete di fibre vegetative che compongono la milza è indicato per le seguenti malattie: anemia di varie eziologie, stato astenico (debolezza, letargia), condizione dopo perdita di sangue, condizione dopo chirurgia.

14) Attraverso la cavità addominale, puoi facilmente e fortemente influenzare la fitta rete di fibre vegetative che circondano l'aorta addominale, il sito della biforcazione aortica su due arterie femorali. Il massaggio è indicato per le seguenti malattie: malattie del tratto gastrointestinale, costipazione, diarrea, enuresi, periodi dolorosi, malattie degli organi genitali femminili. Il massaggio nell'aorta inferiore aiuta con molte malattie delle gambe, l'artrite dolorosa delle articolazioni dell'anca, del ginocchio e della caviglia. Attraverso la parete addominale, il massaggiatore può agire sul plesso lombosacrale somatico che emerge dal midollo spinale e si trova sulla superficie interna dei muscoli della schiena. Grandi tronchi nervosi si trovano nel sito della biforcazione aortica: iniziano i nervi sciatico e femorale. Il massaggio dei nervi del plesso lombosacrale cura la sciatica e l'osteocondrosi, la nevralgia femorale, la sciatica e molte altre malattie. L'autore del libro chiede di prestare molta attenzione al massaggio dei plessi lombosacri somatici, poiché questo raggiunge risultati eccellenti con radicolite e osteocondrosi.

Figura 15 -1, 2. Rete di innervazione autonoma sulla superficie interna del sacro. Massaggio dei nervi della superficie interna del sacro attraverso il retto, la vagina, attraverso i muscoli del perineo.

15) Attraverso la cavità addominale e il perineo, è possibile colpire gli organi pelvici dall'alto (utero, appendici, ovaie, ghiandola prostatica parzialmente), indicato per le seguenti malattie: infertilità, ovaia, salpingite, prostatite, frigidità, impotenza. Massaggio degli organi pelvici allungando i muscoli del perineo, attraverso l'ano e la vagina. L'accesso agli organi interni del bacino dal basso attraverso il perineo non è molto conveniente, ma è ancora spesso usato per il massaggio della prostata, dell'utero, della vescica, del plesso autonomo sacrale, delle emorroidi, della salpingite, della malattia ovarica e di altre malattie femminili. Vedi figura 15 - 1.2.

Indicazioni e controindicazioni per il massaggio

Indicazioni e controindicazioni per il massaggio

Il massaggio è necessario per tutti - sia adulti che bambini e anziani (in assenza di controindicazioni).
Prima di tutto, il massaggio è necessario per le persone sane per mantenere il benessere e prevenire varie malattie.

Il massaggio è un insieme di tecniche di effetti meccanici e riflessi su muscoli, tessuti, organi attraverso le mani o l'apparato.

Il massaggio è una procedura di benessere che ha un effetto estremamente benefico su tutti gli organi e sistemi del corpo umano. Può attivarsi e rilassarsi - tutto dipende dalla tecnica utilizzata..

INDICAZIONI PER IL MASSAGGIO

Prima di tutto, il massaggio è indicato a tutte le persone sane come profilassi o per un altro scopo, nonché per le seguenti malattie: dolore alla schiena, parte bassa della schiena, collo

Artrite nella fase subacuta e cronica, artrosi

Insufficienza muscolare cronica del cuore

Ipertensione arteriosa (ipertensione)

Periodo di riabilitazione dopo infarto del miocardio

Malattie dell'intestino crasso o tenue

Ulcera peptica dello stomaco e del duodeno (senza esacerbazione)

Nevralgia, nevrite, nevrosi

Paralisi e paresi

CONTROINDICAZIONI per il massaggio

Il massaggio ha un effetto abbastanza forte sul corpo umano, quindi è necessario capire che per alcune malattie o condizioni, il massaggio non è raccomandato o completamente proibito.

Le controindicazioni per il massaggio sono divise in assolute e temporanee:

- le malattie assolute comprendono quelle in cui il massaggio non è prescritto.

- con controindicazioni temporanee, il massaggio viene utilizzato dopo la scomparsa di fenomeni patologici, un trattamento appropriato, una diagnosi.
Ci sono anche malattie e condizioni in cui è controindicato il massaggio di alcune aree del corpo.

Malattie del sangue maligne ed emofilia.

Tumori maligni (prima del loro trattamento radicale).

Trombosi vascolare durante il suo verificarsi.

Aneurisma del cuore, dell'aorta, dei vasi periferici.

Malattia mentale con una psiche significativamente alterata.

Tubercolosi attiva.

Malattie a trasmissione sessuale durante il periodo di possibilità di infezione.

Osteomielite (infiammazione del midollo osseo) acuta e cronica.

Sindrome causale (dolore bruciante) dopo lesioni ai nervi periferici.

Insufficienza circolatoria e cardiopatia polmonare III grado.


Condizioni febbrili acute con febbre fino a quando non viene chiarita una diagnosi. Influenza, tonsillite, infezioni respiratorie acute (ARI) (è consentita la digitopressione).

Sanguinamento e tendenza a loro (intestinale, uterina, nasale, delle vie urinarie).

Processi purulenti di qualsiasi localizzazione, lesioni cutanee pustolose.

Infiammazione dei linfonodi, dei vasi sanguigni con il loro allargamento, adesione alla pelle e ai tessuti sottostanti.

Eruzioni cutanee allergiche multiple con emorragie. L'edema di Quincke.

Crisi ipertonica, ipotonica, cerebrale (vasi cerebrali).

Nausea, vomito, dolore addominale.

Va notato che il massaggio può essere prescritto dopo 2-5 giorni dopo aver sofferto di mal di gola, influenza, infezioni respiratorie acute, nonché di curare dopo un processo purulento di qualsiasi localizzazione, cessazione della crisi e chiarimento della diagnosi.

Controindicazioni per il massaggio di alcune parti del corpo:

Non è consentito massaggiare parti del corpo colpite da varie malattie di origine infettiva, fungina e inspiegabile; eventuali verruche, varie eruzioni cutanee, lesioni estese, irritazioni cutanee, abrasioni, crepe, herpes, vongole.

Con psoriasi, eczema, neurodermite, solo l'area dell'eruzione cutanea non viene massaggiata, puoi massaggiare l'area vicina.

Con ulcere trofiche alle dita dei piedi in pazienti con lesioni sclerotiche dei vasi periferici, con endoarterite, non massaggiare il piede.

Non massaggiare le aree in cui vi sono tumori benigni; aree remote possono essere massaggiate in relazione alle indicazioni per il massaggio di altre malattie o lesioni in questo paziente, ma solo con una tecnica delicata, non intensiva.

Non è possibile massaggiare l'area in cui era presente un tumore precedentemente maligno, rimosso durante l'intervento chirurgico, radioterapia e chemioterapia. Puoi massaggiare le aree distanti con malattie e lesioni concomitanti, ma meglio a lungo termine: nei bambini - dopo 2 anni, negli adulti - dopo 5 anni in assenza di metastasi.

Dopo la rimozione di un tumore al seno maligno senza metastasi in caso di gonfiore della mano (come complicazione postoperatoria), è possibile massaggiare le mani in qualsiasi momento dopo l'intervento chirurgico utilizzando una tecnica di aspirazione delicata (più volte all'anno con la ripresa del gonfiore della mano). Il torace non può essere massaggiato.

Con la mastopatia, il massaggio della superficie frontale del torace è controindicato.

Con cisti ovariche, fibroma, mioma uterino, endometriosi, adenoma prostatico negli uomini, la regione lombare e l'addome non possono essere massaggiati.

Non massaggiare le talpe sporgenti sopra la pelle, dovrebbero essere eluse; specialmente più lontano dalle talpe che non sporgono sopra la pelle, dovrebbe essere massaggiato nei casi in cui non vi sono peli sulle talpe (a causa del pericolo della loro possibile trasformazione in neoplasie maligne).

Non è possibile massaggiare l'area in cui le vene sono significativamente dilatate o gonfiate (vene varicose). Ad esempio, con l'espansione delle vene sulle gambe, non puoi massaggiare le gambe, ma puoi massaggiare le aree lombari e glutei in connessione con questa malattia e altre aree del corpo con malattie concomitanti.

Con lievi danni alla pelle, eruzioni allergiche, è possibile consentire il massaggio dell'area, significativamente lontano dalla lesione.

Nei giorni delle mestruazioni, procedendo normalmente, il massaggio dell'addome, la regione lombare non è consentito. Per le mestruazioni magra, si consiglia di massaggiare.

Con le ernie non è consentito il massaggio dell'addome; consentito solo nei neonati.

Con i calcoli nella cistifellea, nel tratto urinario, non puoi massaggiare lo stomaco, la regione lombare.

Durante la gravidanza, nel periodo postpartum e dopo un aborto per 2 mesi, è controindicato il massaggio dell'addome, della regione lombare e delle cosce.

Il massaggio al seno è controindicato in una qualsiasi delle loro malattie, ma è consigliabile utilizzarlo nelle madri che allattano nelle prime fasi dopo il parto per aumentare l'escrezione di latte.

Non massaggiare i capezzoli inguinali, ascellari, dell'ombelico.

Indicazioni e controindicazioni per il massaggio nei BAMBINI

Indicazioni speciali per il massaggio nei bambini:

- torcicollo muscolare congenito;

- dislocazione congenita dell'anca, displasia dell'anca;

- paralisi cerebrale;

- difetti congeniti della colonna vertebrale;

- polmonite di neonati, asma bronchiale;

- migliorare lo sviluppo fisico;

- asfissia (forma lieve);

- diatesi linfatica-ipoplastica in tenera età;

- bronchite cronica, pleurite, atelettasia;

- discinesia e disfunzione del tratto gastrointestinale;

- malattia della tiroide.

Controindicazioni al massaggio nei bambini:

- malattie febbrili acute;

- lesioni purulente e pustolose;

- tendenza al sanguinamento;

- forme gravi di malnutrizione (malnutrizione, atrofia);

- malattie infiammatorie acute dei linfonodi, muscoli, ossa (enfisema, linfoadenite, flemmone); artrite acuta, tubercolosi di ossa e articolazioni;

- difetti cardiaci congeniti, che si verificano con grave cianosi e disturbo di compensazione;

- diatesi (in forma acuta);

- forme acute di giada;

- forme acute di epatite;

- grandi ernie ombelicali, femorali, scrotali con evidente prolasso degli organi addominali e inclinazioni a violare;

Disturbi significativi del sistema nervoso.

Va ricordato che la tecnica di massaggio per ogni specifica malattia ha caratteristiche specifiche. Nei casi in cui il massaggio viene applicato metodicamente in modo errato, viene combinato senza successo con altre procedure o viene prescritto allo stadio della malattia quando è controindicato, non solo è possibile una scarsa tolleranza, ma è anche possibile un peggioramento delle condizioni del paziente.

Pertanto, chiedo sinceramente: IL MASSAGGIO NOMINA IL MEDICO, LO STESSO DÀ RACCOMANDAZIONI BASATE SU DIAGNOSI E STATO DEL BAMBINO.

Commenti dell'utente

Grazie! E se ci sono molte, molte talpe, puoi fare un massaggio?

attentamente, bypassando il lato delle talpe convesse... ma comunque se una persona ha un gran numero di talpe, devi visitare un medico (dermatologo) - se non trova controindicazioni - vai avanti - goditi il ​​massaggio!

Le talpe sono luoghi di forte concentrazione della melanina del pigmento. La melanina reagisce ai raggi ultravioletti e provoca un colore della pelle scura, compresa l'abbronzatura. Le talpe sono assolutamente innocue e quasi tutte le persone le hanno. Ma la posizione delle talpe sul corpo nei tempi antichi ha avuto un significato simbolico.

Nel XV secolo in Europa, le talpe erano considerate il segno del diavolo ("la scia dell'artiglio del diavolo"). Se una donna li avesse in posti importanti, potrebbe essere accusata di avere legami con spiriti maligni. Per scoprire se una strega, sospettata o no, guidava un ago in uno speck. Se non fosse uscito sangue dall'iniezione, la sfortunata avrebbe potuto porre fine alla sua vita sul rogo.

Più tardi nel diciottesimo secolo, le talpe hanno iniziato a essere valutate in modo diverso. Quindi fu stabilita l'opinione che anche il volto di Venere fosse decorato con una talpa, e questo le diede ancora più fascino. E quindi, le donne che la natura non ha premiato con le talpe sul viso, si sono incollate artificialmente.

Talpe in una donna
Sulla palpebra destra - predice un matrimonio precoce e felice.
Nell'angolo dell'occhio - indica un carattere calmo ed equilibrato.
Sulla guancia destra - prevede esperienze d'amore frequenti ed emozionanti.
Sulla guancia sinistra ci sono ostacoli al successo.
Al naso - è una garanzia di successo per tutte le imprese.
Sulle labbra: indica una disposizione allegra.
Sopra il labbro superiore: indica femminilità e civetteria.
Sotto il labbro inferiore - parla di segretezza nelle relazioni amorose.

Sul petto a destra -
tradisce che sei un uomo estremo. La tua vita è piena di alti e bassi.

Sul petto a sinistra -
indica generosità, gentilezza e anche frivolezza.

Sui fianchi -
promettere numerosi discendenti. Più sono, più bambini.
Il gomito destro è un segno di successo.
Al gomito sinistro - presagisce problemi monetari.

Sulla mano
specialmente se le talpe si trovano nella sua parte superiore, questo indica un talento che prima o poi porterà successo.
Sulle dita: prevedere una carriera da capogiro e prosperità.

Sulla caviglia -
sai che sei indipendente e laborioso, pieno di energia e vitalità.
MADRE NEGLI UOMINI
Il lato destro della fronte - indica intelligenza gloria e felicità.
All'orecchio: parla di spensieratezza.

Sulla piega del collo -
prometti una vita difficile e il fatto che solo amici intimi lo aiuteranno a evitare le difficoltà.
Sul mento: conduce una vita frenetica.
Sotto il mento: una carriera lo attende, ma lascia che non sieda pigramente.
Sotto il labbro inferiore - testimonia che è un uomo rispettato.

Le spalle -
se le sue spalle sono letteralmente inondate di macchie, allora la sua vita è piena di problemi.

Lombo -
a destra significa indecisione e tendenza ad atti privi di tatto, a sinistra indica lo stesso, anche se un senso dell'umorismo aiuterà a proteggersi dai problemi.

Sul retro -
parla di una persona aperta e onesta, sebbene verbosa e un po 'noiosa.
Ai piedi: prova di mancanza di volontà.
Ai piedi - significa che è un viaggiatore sotto la doccia.

Sui glutei -
parla di un personaggio debole, una tendenza alla pigrizia e all'inerzia.


Oggi l'atteggiamento nei confronti delle talpe è neutrale. Tuttavia, le persone con mentalità mistica credono che, per esempio, le talpe luminose presagiscano una grande felicità e talpe oscure - i successi e le gioie sono meno significativi; più grande è la voglia, più forte è la sua influenza sul destino.

Massaggio terapeutico (classico). Effetto fisiologico, indicazione e controindicazioni

Massaggio - un metodo di trattamento e prevenzione delle malattie, che è una combinazione di effetti meccanici dosati su varie parti della superficie del corpo umano, che viene eseguita dalle mani di un massaggiatore o di un apparecchio speciale.

Il massaggio come parte di un trattamento riabilitativo completo può ridurre il numero di antidolorifici, miorilassanti e farmaci antiallergici.

Ci sono igiene (generale e locale), sport, medicina (generale e locale), massaggio cosmetico e automassaggio.

Massaggio terapeutico (classico)

L'effetto fisiologico del massaggio terapeutico

Il massaggio ha un diverso effetto fisiologico sul corpo: si verificano una serie di reazioni locali e generali, a cui prendono parte tutti i tessuti, gli organi e i sistemi.

L'effetto del massaggio sul sistema nervoso. Il massaggio ha un effetto versatile sul corpo umano e in particolare sul sistema nervoso. Sotto l'influenza del massaggio, l'eccitabilità del sistema nervoso può aumentare o diminuire a seconda del suo stato funzionale e della metodologia di esposizione. Il massaggio di alcune zone segmentali provoca una varietà di risposte degli organi interni corrispondenti: il sistema cardiovascolare, il sistema respiratorio, la digestione.

Modificando la natura, la forza e la durata dell'effetto massaggio, è possibile modificare lo stato funzionale della corteccia cerebrale, ridurre o aumentare l'eccitabilità nervosa generale, migliorare in profondità e rivitalizzare i riflessi persi, migliorare il tessuto trofico e l'attività di vari organi interni, tessuti. Il massaggio ha un profondo effetto sul sistema nervoso periferico, alleviando o arrestando il dolore, migliorando la conduzione nervosa, prevenendo o riducendo i disturbi vasomotori sensoriali e trofici, lo sviluppo di cambiamenti secondari nei muscoli e nelle articolazioni sul lato del nervo danneggiato (Schema 7.1).

L'effetto del massaggio sulla pelle e sul tessuto sottocutaneo. La superficie della pelle è un enorme campo ricettivo, che è la parte periferica dell'analizzatore della pelle. Il massaggio della pelle colpisce non solo i suoi vari strati strutturali, i vasi e i muscoli della pelle, un apparato ghiandolare complesso, ma anche il sistema nervoso centrale, con il quale la pelle è indissolubilmente legata. Trasmissione dell'irritazione per riflesso.

Il massaggio ha un diverso effetto fisiologico sulla pelle:
- viene ripulito da squame cornee strappate dell'epidermide, e con esse - da particelle estranee che sono cadute nei pori della pelle, da microbi che di solito si trovano sulla superficie della pelle;

- la funzione secretoria del sudore e delle ghiandole sebacee migliora, le loro aperture escretorie vengono rilasciate dal segreto;

- viene attivata la circolazione linfatica e sanguigna della pelle, viene eliminata l'influenza del ristagno venoso, viene migliorato l'afflusso di sangue alla pelle e, quindi, viene migliorata la sua alimentazione; di conseguenza, la pelle pallida e secca diventa elastica, il suo colore è normalizzato e la resistenza alle influenze meccaniche e di temperatura è notevolmente aumentata;

- aumenta il tono della pelle e dei muscoli - la pelle diventa liscia, densa ed elastica;

- migliora il metabolismo locale, che influenza il metabolismo generale, poiché la pelle partecipa a tutti i processi metabolici nel corpo.

L'effetto del massaggio sui sistemi circolatorio e linfatico. Il massaggio colpisce principalmente i capillari della pelle, il cui valore quando si cammina il corpo è estremamente grande. Nei capillari, c'è uno scambio tra sangue e tessuti circostanti (più precisamente, linfa), ossigeno e sostanze nutritive vengono rilasciati nei tessuti attraverso la parete capillare, l'anidride carbonica e i prodotti metabolici passano nel sangue.

Pertanto, il tessuto trofico migliora. Il massaggio provoca l'espansione dei capillari funzionanti e l'apertura dei capillari di riserva, a causa dei quali non solo l'area massaggiata viene rifornita più abbondantemente di sangue, ma agisce in modo riflessivo a grande distanza da esso, a seguito del quale aumenta lo scambio di gas tra sangue e tessuto (la cosiddetta respirazione interna) e, per così dire, ossigenoterapia tissutale.

L'apertura dei capillari di riserva sotto l'influenza del massaggio aiuta a migliorare la ridistribuzione del sangue nel corpo e facilita il lavoro del cuore con insufficienza circolatoria.

Il massaggio ha un effetto diretto e riflesso sulla circolazione sanguigna locale e generale. I movimenti di massaggio ritmico facilitano notevolmente il movimento del sangue attraverso le arterie e accelerano il deflusso del sangue venoso. Massaggio generale, secondo I.M. Sarkizova-Serazini, provoca nelle persone sane un leggero aumento della pressione sistolica (10-15 mm Hg); la pressione arteriosa diastolica rimane invariata o diminuisce leggermente.

Il massaggio ha una grande influenza sulla circolazione della linfa, che, come il sangue, è in costante scambio con i tessuti. Sotto l'influenza dei movimenti di massaggio (ad esempio accarezzando) nella direzione centripeta, i vasi linfatici della pelle si svuotano facilmente, il flusso linfatico accelera. Lo sfregamento, così come le vibrazioni intermittenti sotto forma di colpire, tagliare, picchiettare, provoca una significativa espansione dei vasi linfatici, tuttavia, l'uso vigoroso di queste tecniche di massaggio può causare spasmo dei vasi linfatici. Oltre ad un effetto diretto sul flusso linfatico locale, il massaggio ha un effetto riflesso sull'intero sistema linfatico, migliorando le funzioni toniche e vasomotorie dei vasi linfatici (Schema 7.2).

Il massaggio lungo il flusso linfatico è indicato principalmente se è necessario accelerare il riassorbimento dell'emorragia nei tessuti, versamento nelle articolazioni, con disturbi associati a insufficienza linfovascolare, con linfostasi, con blocco del tratto linfatico a causa della fibrosi delle strutture del tessuto connettivo della pelle e del grasso sottocutaneo, se, ovviamente, questi disturbi sono reversibili.

L'effetto del massaggio sul sistema muscolare e sull'apparato articolare. Il massaggio ha un effetto significativo sui processi redox nei muscoli, aumentando il flusso di ossigeno e migliorando la funzione assimilativa delle cellule muscolari. Sotto l'influenza del massaggio, il tono e l'elasticità dei muscoli aumentano, la loro funzione contrattile migliora, la forza e le prestazioni aumentano e il recupero delle prestazioni dopo una maggiore attività fisica viene accelerato..

Il massaggio ha un effetto benefico sulla funzione delle articolazioni e dell'apparato legamentoso tendineo. Sotto l'influenza del massaggio, migliora l'afflusso di sangue ai tessuti articolari e periarticolari, aumentano l'elasticità e la mobilità dell'apparato legamentoso. Con il trattamento riabilitativo delle articolazioni, le tecniche di sfregamento sono più efficaci. Il massaggio attiva la secrezione del liquido sinoviale, favorisce il riassorbimento di edema, versamento e depositi patologici nelle articolazioni (Figura 7.3).

Indicazioni per la nomina del massaggio (automassaggio)

Il massaggio e l'automassaggio sono mostrati a tutte le persone sane, sono anche usati per trattare varie malattie.

Il massaggio e l'automassaggio vengono utilizzati sia individualmente che in combinazione con altri tipi di trattamento.,

Controindicazioni per l'uso del massaggio (automassaggio)

Il massaggio e l'automassaggio sono controindicati in condizioni febbrili acute, processi infiammatori acuti, sanguinamento e tendenza ad essi, con malattie del sangue, processi purulenti di qualsiasi localizzazione, varie malattie della pelle (infettiva, eziologia fungina), cancrena, infiammazione acuta, trombosi, vene varicose significative, ulcere trofiche, aterosclerosi vascolare periferica, trombangite in combinazione con arteriosclerosi cerebrale, aneurismi vascolari, tromboflebite, infiammazione dei linfonodi, forma attiva tubercolosi, sifilide, osteomielite cronica, tumori benigni e maligni di varia localizzazione (prima del trattamento chirurgico).

Le controindicazioni all'uso del massaggio sono anche dolore insopportabile dopo trauma (sindrome causale), malattia mentale, insufficienza circolatoria dell'III grado, crisi iper- e ipotensive, nausea, vomito, dolore di un'eziologia poco chiara durante la palpazione dell'addome, bronchiectasie, polmonari, cardiache, renali e insufficienza epatica. In alcuni casi, le controindicazioni alla nomina del massaggio e dell'automassaggio sono di natura temporanea e si verificano nel periodo acuto della malattia o con un'esacerbazione di una malattia cronica.

Massaggio igienico: indicazioni e controindicazioni, il corso della procedura, il risultato

Il massaggio igienico è una combinazione di tecniche e tecniche di massaggio volte al miglioramento generale del corpo.

Per la maggior parte, l'uso del massaggio igienico ha lo scopo di ripristinare il corpo e gli organi interni, dopo le lesioni. Il massaggio igienico aiuta ad alleviare la tensione muscolare, migliora l'elasticità della pelle e aumenta il tono generale del corpo, rallenta il processo di invecchiamento.

Il massaggio igienico può essere eseguito sia su tutto il corpo che sulle sue singole parti, ad esempio su viso, stomaco, braccia, gambe o schiena.

Il principio del massaggio igienico si basa sugli effetti esterni sulla pelle con l'aiuto di calore, pressione, tatto, allungamento della compressione e altre tecniche di massaggio.

Il programma di massaggio igienico è compilato individualmente per ogni paziente, a seconda della natura della malattia e dell'effetto desiderato..

Indicazioni e controindicazioni

indicazioni

  • Diminuzione della compattezza e dell'elasticità della pelle
  • La comparsa dei primi segni dell'invecchiamento (rughe, rughe sulla pelle)
  • Stato stressante o depressivo del corpo
  • Carnagione innaturale
  • Disturbo del metabolismo cellulare
  • Violazione delle funzioni delle ghiandole sebacee e sudoripare
  • Diminuzione del tono muscolare

Controindicazioni

  • Violazione dell'integrità della pelle, comprese le malattie della pelle
  • Non massaggiare in punti di fratture ossee
  • Periodo mestruale
  • Gravidanza
  • Alta temperatura corporea (febbre)
  • Esacerbazione di infezioni virali
  • La presenza di processi pustolosi e infiammatori nell'area della procedura
  • Coaguli di sangue e vasi sanguigni
  • Malattie oncologiche (pazienti oncologici)
  • Eccessiva irritabilità nervosa

I principali tipi

A seconda della tecnica utilizzata, massaggio igienico per i seguenti tipi:

  • Il massaggio igienico tonico viene eseguito in situazioni in cui è necessario rimuovere lo stato di depressione e depressione dal corpo. La durata del massaggio tonico è di 20-30 minuti, durante i quali vengono utilizzate tecniche di massaggio come l'impasto (15-20 minuti), spremitura (4-5 minuti) e tecniche di shock che vengono eseguite per 1-2 minuti. Tutti i movimenti del massaggiatore durante la procedura sono energici, ma non maleducati. Il massaggio igienico tonico inizia accarezzando e impastando la zona posteriore. Quindi queste tecniche vengono sostituite macinando la superficie posteriore con l'aiuto di creste di pugno. Durante il massaggio igienico, tutti i movimenti devono essere diretti lungo i lunghi muscoli della schiena. Questo è seguito da un doppio anello che impasta i muscoli larghi della schiena e combina lo sfregamento con i cuscinetti delle dita di entrambe le mani nell'area degli spazi intercostali. Le tecniche di percussione nella zona posteriore sono completate da una corsa longitudinale, dopo di che queste procedure si ripetono nella pelvi, fianchi e glutei. Dopo aver completato il massaggio igienico tonico della parte posteriore del busto, il paziente si gira sulla schiena e il massaggiatore ripete una serie di tecniche dalla parte posteriore. Allo stesso tempo, il massaggio igienico del seno negli uomini viene eseguito mediante spremitura longitudinale dei muscoli pettorali con pressatura, nelle donne, della regione del terzo superiore del muscolo pettorale e appena sotto il seno.
  • Il massaggio lenitivo igienico ha lo scopo di rimuovere l'eccitazione nervosa ed emotiva, lo stato di stress del corpo. I movimenti durante questo tipo di massaggio sono lenti e profondi, impastando i muscoli doloranti del corpo. Nel corso di un massaggio igienizzante lenitivo, vengono utilizzate tecniche come la carezza profonda con il bordo del palmo, lo sfregamento circolare, rettilineo o a spirale, nonché l'impasto trasversale, a forma di lingua e longitudinale. La sequenza di azioni in questo caso è il massaggio igienico tonico ripetuto.

Massaggio igienizzante lenitivo

  • Il massaggio igienico preventivo ha lo scopo di mantenere alte prestazioni, prevenire affaticamento e affaticamento, migliorare lo stato psicofisico di una persona. Questo tipo di massaggio igienico è suddiviso nelle seguenti sottospecie:
    • rassodante
    • Avviso di malattia
  • Il massaggio igienizzante rassodante ha lo scopo di mantenere la vitalità del corpo, prevenendo un'eccessiva affaticamento. In questo caso, l'attenzione principale è rivolta al massaggio della schiena, del collo e delle articolazioni pelviche, poiché sono queste parti del corpo che sono soggette al massimo carico durante la vita di una persona. Il massaggio e l'impastamento di queste parti del corpo servono a prevenire l'insorgenza di molte malattie, allevia anche la fatica e aumenta il tono del corpo. Il corso di trattamento raccomandato è di 10-15 procedure, con la ripetizione di questo complesso ogni 4-5 mesi.
  • Il massaggio igienico volto a prevenire l'insorgenza di malattie professionali o il trattamento delle conseguenze della loro esacerbazione viene effettuato secondo un programma compilato individualmente per ciascun paziente. Pertanto, durante il massaggio di avvertimento, viene prestata particolare attenzione al trattamento di quella parte del corpo che è maggiormente a rischio di lesioni durante l'attività lavorativa del paziente. Lo scopo principale di questo massaggio è aumentare la resistenza del corpo alle influenze negative esterne che il paziente incontra durante il lavoro. La durata totale del massaggio igienico preventivo non deve superare i 10-15 minuti. Il corso del trattamento per le esacerbazioni delle malattie professionali comprende fino a 15 sessioni di massaggio igienico.

Dopo la procedura

I risultati del massaggio igienico:

  • Aumentando la resistenza del corpo alle influenze esterne
  • Tono corporeo aumentato
  • Aumentando l'elasticità e la fermezza di pelle, muscoli e articolazioni
  • Rimozione della sindrome da affaticamento cronico
  • Migliorare la circolazione sanguigna nelle cellule
  • Prevenzione e prevenzione della cellulite

Si consiglia di effettuare un massaggio igienico al mattino, dopo un leggero sforzo fisico..

Combinazione con altri tipi di procedure

La combinazione di una procedura di massaggio igienico con esercizi mattutini, una visita a un bagno o una sauna rende il massaggio più efficace e mantiene il suo risultato per lungo tempo..