logo

Dolori articolari nei bambini

Il dolore articolare nei bambini è un problema comune in un corpo in crescita. Nonostante la conoscenza del problema, spesso l'artralgia viene decifrata erroneamente. Lo scopo di questo articolo è una descrizione dettagliata della varietà di dolori patologici e "innocui" dell'infanzia

Il dolore articolare nei bambini è un problema comune di un corpo in crescita. L'artralgia viene diagnosticata erroneamente, a volte nonostante il fatto che il problema sia stato studiato a sufficienza. Lo scopo di questo articolo è una descrizione dettagliata delle diverse forme di artralgia benigna e patologica nei bambini. L'articolo contiene idee moderne sulle cause dell'artralgia dei bambini e la descrizione del dolore come uno dei sintomi di varie forme di malattia articolare. Le caratteristiche della diagnosi clinica e strumentale della patologia articolare nei bambini sono chiaramente presentate.

C'è un'opinione secondo cui le normali articolazioni nei bambini non fanno male e l'artralgia è una manifestazione di malattie articolari, la cui causa è sempre visibile sulla risonanza magnetica (MRI). In questo caso, come spiegare da un punto di vista strumentale la presenza di artralgia sullo sfondo di ipermobilità e trasporto di un'infezione nasofaringea cronica o la natura post-carico del dolore? Ma cosa succede se le versioni degli specialisti sulla causa del dolore articolare in un bambino non corrispondono? Come non perdere il debutto dell'artrite giovanile in un bambino con dolori articolari? Ed è davvero possibile spiegare tutto con la risonanza magnetica?

È noto che il dolore articolare nei bambini è un problema comune di un organismo in crescita. L'urgenza del problema dell'artralgia infantile è dovuta all'elevata frequenza di insorgenza, alla genesi polimorfica, alla natura diffusa delle lamentele e all'ansia dei genitori [1, 2]. Spesso i genitori descrivono o presentano in modo indipendente le proprie lamentele articolari come lamentele del proprio figlio, il che complica spesso la diagnosi tempestiva di artropatia. Si ritiene che un bambino con lamentele di dolori articolari debba essere attentamente esaminato, poiché la natura dell'artralgia può essere identica sia in presenza che in assenza di un "substrato" anatomico [3]. Guardando al futuro, voglio notare che il dolore senza causa alle articolazioni nei bambini non si verifica.

Il corpo del bambino è soggetto a numerosi fattori aggressivi interni ed esterni. La natura, verticalizzando il bambino, si è occupata del meccanismo, che distribuisce gradualmente il carico in modo proporzionale, non inibisce la sua attività di crescita e protegge il bambino da banali lesioni traumatiche. Stiamo parlando delle caratteristiche anatomiche del sistema osteoarticolare legate all'età, che nei bambini piccoli sono caratterizzate da ipermobilità, immaturità di innervazione sensoriale dell'apparato legamentoso in capsula e squilibrio dei muscoli degli arti inferiori [4]. Con l'età, il rafforzamento dell'apparato capsulare-legamentoso, la perfezione della sensibilità sensoriale e propriocettiva contribuiscono a una funzione equilibrata dei muscoli degli arti inferiori e ad una distribuzione uniforme del carico [5].

Distinguere tra artralgia "innocua" e "patologica" dell'infanzia. La natura dei dolori "innocui" (non dannosi) può essere associata a caratteristiche fisiologiche dell'infanzia. L'artralgia acquisisce una connotazione patologica in caso di iperreattività o insufficienza del sistema immunitario (stato di immunodeficienza), presenza di infezione artrotropica, imperfezioni nell'interazione dei sistemi nervoso centrale e periferico, carichi irrazionali o non adattati, nonché malattie geneticamente determinate del sistema osteoarticolare. È noto che i dolori articolari sono acuti e cronici, brevi e lunghi e, a seconda dell'ora del giorno, gli eventi sono classificati in mattina, mattina e pomeriggio, pomeriggio e sera, sera e notte, dispersi durante il giorno o "permanenti". A seconda dell'influenza del fattore causale (carico, infezione, ecc.), L'artralgia può essere collegata o non motivata. Il dettaglio delle sensazioni del dolore consente di determinare il loro grado di intensità, localizzazione, fissazione, nonché la presenza di segni caratteristici dell'infiammazione. La diagnostica strumentale può confermare la presenza o l'assenza di un "substrato" anatomico per l'artralgia. La verifica finale della causa dell'artralgia dovrebbe basarsi su una combinazione di anamnesi clinica e medica, dati strumentali e di laboratorio.

Quando si inizia la diagnosi di artralgia infantile, è necessario tenere presente che l'articolazione è innervata dalle fibre nervose simpatiche e sensoriali. I recettori sensoriali (nocicettori e meccanorecettori) permeano tutte le strutture articolari, ad eccezione della cartilagine. Normalmente, nei bambini e negli adulti (in assenza di segni di infiammazione o artrosi), i movimenti quotidiani non sono accompagnati da dolore, nonostante l'irritazione dei recettori articolari. Ciò è dovuto alla decodifica naturale del segnale della fibra afferente nel sistema nervoso centrale (SNC). Tuttavia, nel caso di un aumento della frequenza di generazione degli impulsi nella fibra nervosa afferente (movimenti potenzialmente pericolosi, traumi, infiammazione), il sistema nervoso centrale interpreta un aumento dell'attività nocicettiva come dolore. Si ritiene che nei bambini si possano distinguere due tipi principali di dolore: nocicettivo, a causa dell'irritazione dei recettori, e neuropatico, come il danno alle fibre nervose [6].

La diagnosi di artralgia infantile dovrebbe basarsi sullo studio e sulla valutazione del debutto, sulla dinamica della sindrome articolare, sui dati strumentali del quadro e sulle conclusioni di altri specialisti [7]. Oltre alle caratteristiche anatomiche e fisiologiche del sistema osteoarticolare dell'infanzia, la diagnosi di artralgia deve tenere conto delle caratteristiche di genere ed età, nonché dello stato psicoemotivo del bambino. Le domande a cui il medico dovrebbe sempre rispondere sono generalmente le stesse: si tratta di dolori patologici o senza causa di natura infiammatoria o non infiammatoria, che richiedono un trattamento o che richiedono un'osservazione esclusivamente dinamica. Le caratteristiche del dolore nei bambini con dolori "innocui" e patologici sono chiaramente presentate in Tabella.

Dolore non artritico nei bambini

Dolori del menisco - di norma, i dolori sono sempre della stessa articolazione con il precedente fatto di lesione. Più spesso, i bambini di età superiore ai 10-12 anni soffrono. Le sensazioni del dolore sono rigorosamente stressanti, dettagliate e localizzate nella proiezione dello spazio articolare del menisco danneggiato. Sono possibili blocchi nell'articolazione. Nella maggior parte dei casi, esiste un test clinico positivo per danni al menisco laterale o mediale [8]. I segni di un processo infiammatorio, di regola, compaiono al momento della lesione acuta e sono di natura a breve termine. L'affidabilità della risonanza magnetica (più di 1,5 T) nella diagnosi di danno o menisco dello sviluppo (forma discoide atipica) è superiore al 90-95%. Il danno al corno posteriore del menisco mediale è considerato un reperto MR e non può servire come fonte di dolore [9].

I dolori osteocondrali sono, di regola, i dolori di un'articolazione, più spesso dell'arto inferiore, e si trovano in bambini di età superiore agli 8-10 anni. La precedente attività fisica irrazionale può servire da meccanismo di innesco per la formazione dell'osteocondropatia, ma spesso la ragione rimane poco chiara. Le sensazioni del dolore sono stressanti, dettagliate in natura e si limitano all'area dell'articolazione. Ciò è caratteristico sia nel caso di danno alla ghiandola pineale, sia nel caso di danno all'apofisi (tubercolo del calcagno, tuberosità della tibia). Il vero focus della necrosi asettica si trova sempre all'interno dell'area di formazione articolare caricata dell'osso (Fig. 1). I casi di identificazione di un tale focus delle zone scariche delle ghiandole pineali indicano la sua natura distrofica o sono completamente una caratteristica dell'ossificazione (Fig. 2). Spesso c'è una reazione della membrana sinoviale ai fenomeni di osteonecrosi (primo stadio) o frammentazione della ghiandola pineale (secondo stadio) sotto forma di un lieve componente essudativo (Fig. 3). La sinovite stessa può contribuire ad aumentare il dolore o la trasformazione del dolore con la comparsa della rigidità mattutina. Nel caso di "legatura" del frammento osso-cartilagineo dal fuoco della necrosi, possono apparire sensazioni di un corpo intraarticolare libero. Nei bambini con osteocondropatia della testa del femore, i sintomi della sinovite possono spesso protrarsi, persistere, richiedendo un lungo ciclo continuo di terapia antinfiammatoria. L'affidabilità della risonanza magnetica (oltre 1,5 T) e della radiografia nella diagnosi di osteocondrite (apofisite), l'osteocondropatia è del 100% [10].

Sensazioni di dolore nella proiezione della rotula, ad eccezione dei casi di osteocondropatia (apofisite, osteocondropatia della tuberosità tibiale) e dislocazioni patologiche, possono verificarsi con condromalacia, elevata posizione della rotula e sindrome della piega mediopellare. Tra le patologie ortopediche, la fonte del dolore al piede stressante, ad eccezione dei casi di osteocondropatia, può essere una serie di coalizioni di ossa (talacaneale, talar navicolare) e malformazioni congenite dei piedi. Inoltre, anche le malattie scheletriche sistemiche che si manifestano clinicamente dalla sindrome della rigidità articolare possono avere manifestazioni come l'artralgia.

Nei bambini possono manifestarsi dolori enetici e tendinei sotto forma di patologia acuta (transitoria, episodica, post-traumatica) o cronica. L'entesopatia cronica primaria è una manifestazione della sindrome SEA (entesoartropatia sieronegativa) o artrite giovanile. L'entesopatia cronica secondaria, di regola, è associata o di natura secondaria reattiva sullo sfondo della principale patologia ortopedica [11].

Si distinguono i seguenti fattori predisponenti:

  • ipermobilità o rigidità non fisiologica delle articolazioni;
  • sovrappeso;
  • pubertà (periodo di rapida trazione);
  • attività fisica irrazionale o non adattata, trauma cronico;
  • frequenti infezioni respiratorie acute, persistenza di focolai cronici di infezione rinofaringea;
  • la presenza del gene HLAB27.

Le variazioni cliniche della sindrome articolare, nonché la gravità del dolore, possono variare. Più spesso sono interessati il ​​ginocchio, la caviglia, l'anca e meno comunemente le articolazioni della spalla e del gomito. La sindrome dell'articolazione del dolore è limitata ed è localizzata nella proiezione del fascio tendine-muscolare o nell'area di attacco del tendine al tessuto osseo (entesi), con segni clinici di infiammazione locale. Tuttavia, a causa delle caratteristiche anatomiche e fisiologiche dell'infanzia, il dolore può spesso avere un carattere diffuso e non dettagliato. Più caratteristica è la presenza di dolori iniziali, aggravati dall'attività fisica, meno spesso - movimenti di tutti i giorni. Il quadro strumentale è caratterizzato da cambiamenti infiammatori nell'area dell'attaccamento del tendine al tessuto osseo, i fenomeni di tendinite / tenosinovite, meno spesso con lo sviluppo di osteofiti, l'erosione, di regola, con lieve sinovite. Tuttavia, questo tipo di cambiamento viene visualizzato esclusivamente negli adulti. Nei bambini, la diagnosi di entesopatia si basa sui sintomi clinici [12]. Forse, solo sullo sfondo dei fenomeni di acillobursite nella struttura dell'artrite giovanile possono verificarsi cambiamenti erosivi-distrofici nel calcagno. La prevalenza della natura entetica della lesione articolare determina una variante relativamente "favorevole" del decorso della malattia in condizioni di bassa attività di laboratorio, assenza di componente articolare erosiva, segni di sacroileite e trasporto del gene HLAB27.

Il dolore sullo sfondo dell'ipermobilità nei bambini in età prescolare e in età scolare è spesso diffuso, simmetrico e localizzato esclusivamente sulla superficie anteriore delle gambe, meno spesso con la cattura di articolazioni o piedi del ginocchio e della caviglia. Dolore, di regola, di varia intensità, post-carico, più spesso sera e notte. La sinovite e i segni dell'attività di laboratorio sono sempre assenti. Il dolore viene interrotto da carezze intense, dall'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei locali o orali (FANS). Il componente del dolore è associato ai fenomeni di mialgia dovuti a sovraccarico dei muscoli delle gambe (parte anteriore dei muscoli) sullo sfondo della debolezza fisiologica dell'apparato legamentoso capsula. Questo tipo di dolore in molte pubblicazioni è descritto come dolore alla crescita [13].

NB. La vera artralgia nei bambini di questa età è sempre patologica.

NB. I dolori notturni richiedono un'attenzione speciale in caso di insorgenza in un solo segmento dell'arto (formazione di tumore osseo, Fig. 4) o in un corso di tipo ossalgia con febbre e sudorazione profusa (sindrome oncoematologica).

Il dolore sullo sfondo dell'ipermobilità nei bambini più grandi è più spesso versato, il carattere non dettagliato esclusivamente delle articolazioni degli arti inferiori. Il dolore colpisce una o più articolazioni. Il dolore di varia intensità, associato all'attività fisica, può essere rappresentato come stressante o postcarico (diurno e serale). Secondo la risonanza magnetica, è possibile rilevare segni di lieve sinovite essudativa, spesso di natura prolungata, senza segni di proliferazione della membrana sinoviale. Il dolore è sempre fermato da una diminuzione dell'intensità dell'attività fisica, mentre i bambini hanno raramente bisogno di un uso a lungo termine dei FANS. Clinicamente, la presenza di test positivi per ipermobilità delle articolazioni è obbligatoria. L'assenza di segni di attività infiammatoria in laboratorio conferma una forma benigna di artropatia. Il meccanismo della formazione della componente dolorosa e dei fenomeni transitori di sinovite è associato alla microtraumatizzazione delle strutture intraarticolari, allo stiramento dell'apparato legamentoso capsulare e alla tensione eccessiva dell'articolazione patello-femorale. Inoltre, la ridotta sensibilità propriocettiva delle articolazioni del ginocchio e lo squilibrio dei muscoli del polpaccio contribuiscono ulteriormente alla tolleranza all'esercizio. La sovratensione dell'articolazione patello-femorale è caratterizzata dalla presenza di dolore localizzato nella regione retro-rotulea, spesso di natura unilaterale [14].

Alcuni bambini con ipermobilità articolare, oltre ai sintomi della distonia vegetativa-vascolare, hanno la cosiddetta sindrome d'ansia. Questa sindrome, secondo alcuni ricercatori, può essere associata alla duplicazione interstiziale sul 15 ° cromosoma (Gratacos et al., 2001, duplicazione di 15q24-q26, chiamata DUP 25). L'accentuazione del dolore, il modo associativo di pensare a un "bambino malato" e il comportamento stereotipato sono più comuni nelle ragazze della pubertà. Con questa sindrome, viene spesso descritta un'immagine "colorata" del dolore, durante l'esame si notano isteria e pianto. Il dolore può variare a seconda del tempo, dell'ora del giorno e dell'umore della ragazza stessa. L'artralgia è spesso accompagnata da episodi di blocco falso dell'articolazione, casi di pseudo-dislocazione della rotula o instabilità dell'intero arto; a volte è impossibile sostenere completamente il piede. Clinicamente, il dolore immaginario viene rilevato durante la palpazione dell'area articolare, durante l'esame si verifica una "smorfia di dolore", possibile vera contrattura, rigidità articolare o, meno comunemente, rigidità senza ragioni anatomiche. Durante l'esame, di norma, viene rilevata una discrepanza tra il quadro clinico e strumentale, non ci sono sempre segni di attività infiammatoria di laboratorio, la presenza di neuropatia è possibile. La presenza di sintomi neurologici locali, disturbi della sensibilità e funzione motoria dell'arto, segni di iperalgesia richiede l'esclusione di una complessa sindrome del dolore regionale, nonché processi tumorali nella colonna lombosacrale [15].

La diagnosi di artropatie non artritiche consiste nel decifrare il fattore eziologico dell'artralgia. Con l'apparente somiglianza del dolore, le opzioni descritte per l'artropatia hanno alcune caratteristiche distintive distintive che consentono loro di differenziarsi. Tuttavia, sorgono sempre vere difficoltà con una variante mista di patologia articolare, vale a dire nel caso di fenomeni di entesopatia in un bambino con maggiore ansia o sindrome da ipermobilità. Come sapete, il trattamento principale per l'entesopatia aggressiva è la prescrizione di FANS, in contrasto con una forma benigna di ipermobilità o artralgia sullo sfondo di una maggiore sindrome d'ansia. Con le ultime opzioni per l'artropatia, l'accento è posto sul ripristino di funzioni compromesse dell'arto o dell'articolazione e sulla graduale espansione degli esercizi fisici, superando i soliti stereotipi del "pensiero catastrofico" per quanto riguarda possibili danni e dolore, la formazione di un atteggiamento positivo e l'autostima crescente e, in misura minore, l'accento è posto sul trattamento farmacologico dei FANS.

Dolore artritico nei bambini

- batterico (settico);
- virale;
- specifico (tubercolosi);
- Artropatia da calce.

- infettivo-allergico, infettivo-tossico;
- artrite reattiva, sindrome di Reiter.

L'artralgia dovuta a un'infezione virale, di regola, si sviluppa nei bambini nel prodromo o durante l'altezza della malattia e coincide con il periodo di esantema cutaneo. I dolori articolari che durano da alcune ore a 1-2 settimane meno spesso possono essere accompagnati da sinovite, che scompare senza lasciare traccia. L'artrite virale o l'artralgia possono verificarsi sullo sfondo dell'epatite B, rosolia, varicella, infezione da parvovirus B19, entero e adenovirus e alcune altre malattie virali. Il tropismo del gruppo di virus dell'herpes nei tessuti delle articolazioni è minimo. I bambini di solito hanno bisogno di un breve ciclo di FANS [16].

L'artralgia dell'anca nel periodo post-infettivo è trattata come coxite infettiva-tossica (infettiva-allergica, post-infettiva) o coxopatia transitoria. L'improvvisa insorgenza, il dolore e l'incapacità di affidarsi all'arto inferiore, la zoppia, di regola, caratterizzano in modo colorato questa patologia. La reversibilità dei sintomi si verifica 2-3 giorni dopo l'insorgenza della malattia. Sono meno comuni le recidive (più di 3-4 episodi) o l'artropatia persistente (più di 2 settimane) con formazione di osteoporosi e alterazioni neurodistrofiche reversibili nella testa del femore. Vera coxite o artralgia a breve termine del passaggio dell'articolazione dell'anca senza lasciare traccia [17]. L'irradiazione del dolore sulla superficie anteriore della coscia e nella regione dell'articolazione del ginocchio nel periodo acuto di coxite è associata a neuropatia transitoria del nervo otturatore. Più spesso, i bambini da 2 a 8 anni soffrono, spesso l'insorgenza della malattia è preceduta da un'infezione rinofaringea, a volte il fattore causale rimane poco chiaro. Oltre al quadro clinico, i metodi di imaging (radiografia, ultrasuoni, risonanza magnetica) sono di valore diagnostico..

NB. Sotto la maschera della coxite acuta, può verificarsi osteomielite; sotto la maschera di un decorso prolungato della coxite acuta, può verificarsi osteocondropatia della testa del femore (Fig. 5).

L'artropatia dell'eziologia post-streptococcica nei bambini può verificarsi sotto forma di artralgia o artrite acuta. La sindrome articolare si verifica dopo un'infezione nasofaringea causata dallo streptococco del gruppo A β-emolitico (episodio clinicamente provato). La durata dell'artralgia è di 2-4 settimane; il decorso dell'artropatia non è aggressivo e non causa deformità articolari persistenti nei bambini. Il livello di ASL-O (la quantità totale di IgA, M, G da tossina streptococcica) non gioca sempre un ruolo decisivo nella diagnosi di artropatia e nella scelta delle tattiche di trattamento, in contrasto con l'isolamento dello streptococco del gruppo A β-emolitico [18].

NB. Il decorso dell'artrite acuta deve essere differenziato dall'artrite reumatoide.

L'artralgia dell'eziologia post-stafilococcica nei bambini, di regola, è lieve ed è spesso caratterizzata da sintomi di sinovite lenta o entesopatia. Clinicamente, questo può manifestarsi sotto forma di una certa diminuzione dell'attività motoria del bambino, dolori serali o notturni. Fondamentale nella diagnosi è la presenza di un focus di infezione nasofaringea cronica della regione orale o rinofaringea. La correzione del fuoco dell'infezione, di regola, allevia il bambino dal dolore di natura comune.

Nella maggior parte dei bambini, l'artrite articolare con artrite reattiva (ReA) si verifica 1–4 settimane dopo un'infezione urogenitale (Chlamidia trachomatis) o intestinale (famiglia delle Enterobatteriaceae). Si ritiene che si tratti di un'infiammazione acuta non purulenta delle articolazioni, in cui l'agente infettivo o i suoi antigeni non vengono rilevati nella cavità articolare e la sindrome articolare è associata a una serie di disturbi immunitari. Tuttavia, l'identificazione dei patogeni con il metodo della reazione a catena della polimerasi ha permesso di trasformare in qualche modo questa teoria. L'alto rischio di ReA è nei bambini portatori del gene HLAB27 e di alcuni altri geni incrociati (B7, B13, B40). Attualmente, si ritiene che le cellule T di CD8 + HLAB27 + abbiano una risposta immunitaria più pronunciata con ipererezione di TNF-α. In particolare, la clamidia contribuisce alla cronizzazione dell'infezione dovuta all'inibizione dell'espressione degli antigeni HLA sulla superficie delle cellule infette, una diminuzione del potenziale dell'apoptosi delle cellule T con la stimolazione della sintesi locale del TNF-α. E lo strato lipopolisaccaridico di microrganismi gram-negativi è un potente attivatore di macrofagi tissutali, fibroblasti sinoviali e osteoclasti, inoltre le cellule T CD8 + HLAB27 + sono meno efficaci nell'eliminazione dell'agente patogeno. Il corso di artropatia è possibile sullo sfondo di episodi di febbre senza manifestazioni sistemiche. Di norma, la monartrite di una grande articolazione o l'oligoartrite asimmetrica delle articolazioni degli arti inferiori (ginocchio, caviglia) è caratteristica, a volte in combinazione con i fenomeni di dattilite. Meno comunemente, la sindrome articolare può essere rappresentata dalla poliartralgia. La durata del ciclo di ReA può variare da 1 a 3 mesi, il corso di artropatia è principalmente acuto, il che determina la necessità di una terapia antibatterica e antinfiammatoria a lungo termine [19].

L'artrite giovanile (JA) è una malattia infiammatoria cronica con meccanismi patogenetici più complessi, che di solito porta a deformità articolari e raramente passa inosservata. Attualmente, diverse forme eterogenee di artropatia si distinguono nella struttura di SA [20]. Infiammazione cronica progressiva del guscio interno della capsula articolare (tessuto sinoviale), che presenta un alto grado di aggressività e una tendenza a diffondersi a tutte le strutture articolari, compreso l'apparato legamentoso capsula [21]. La sindrome articolare del dolore è multicomponente e ha una sua peculiarità, vale a dire che sorge esclusivamente con movimenti passivi o attivi nelle articolazioni; a riposo, i bambini non hanno lamentele di dolori articolari. Una caratteristica della SA è la rigidità mattutina, definita come zoppia a breve termine sullo sfondo di sensazioni di intorpidimento, dolore in una o più articolazioni. Le sensazioni di dolore che sono apparse al mattino si attenuano solo la sera sullo sfondo di una diminuzione dell'intensità del carico. Il bambino risparmia l'arto, protegge l'articolazione o le articolazioni soggette a infiammazione cronica, da eccessivo sforzo fisico e lesioni. La gravità della sindrome del dolore dipende dall'aggressività della malattia, dal tipo di articolazione coinvolta, dalla quantità di liquido intraarticolare, nonché dalla reazione dei tessuti molli periarticolari e dell'apparato tendine-legamentoso. Non vi è alcun punto di massimo dolore e il dolore si verifica sia alla palpazione nella proiezione dello spazio articolare che nell'area della membrana sinoviale ipertrofica e infiammata. Spesso i bambini piccoli non sono in grado di localizzare il dolore nell'articolazione, il gonfiore dell'area articolare può essere scarsamente visualizzato sullo sfondo di uno strato di grasso sottocutaneo fisiologicamente eccessivo e i primi segni di un processo infiammatorio nell'articolazione possono essere la limitazione del movimento o della zoppia. È noto che qualsiasi articolazione può essere il bersaglio dell'artrite. La rapida reversibilità dei cambiamenti infiammatori, la risoluzione delle contratture indicano la natura acuta dell'artrite [22].

Questa recensione è stata dedicata a uno dei problemi urgenti della pediatria, vale a dire il dolore articolare nei bambini. Sono state presentate le forme più comuni di artropatia infantile, il cui sintomo principale può essere il dolore alle articolazioni. Naturalmente, qualsiasi ricercatore o professionista che a volte incontra tali problemi può nominare almeno una dozzina di altre forme nosologiche in cui i dolori articolari saranno comuni. Tuttavia, questo articolo è dedicato alle forme più comuni di patologia articolare nei bambini nella pratica di un pediatra.

E in conclusione, voglio dire che il dolore articolare è solo un sintomo, non una malattia. Un bambino con lamentele di dolori articolari deve essere attentamente esaminato. Il dolore articolare non porta alla deformazione articolare e alla formazione di artrosi. Un dolore "innocuo" nelle articolazioni dell'infanzia dovrebbe rimanere nell'infanzia.

Letteratura

  1. Alekseeva E.I., Bzarova T.M. Danni articolari nell'infanzia // Un medico. 2010; 6: 46-51.
  2. Tsurikova N.A. Diagnosi differenziale e trattamento dell'oligoartrite nei bambini. Dis... candidato in scienze mediche: 14/01/08. M., 2017.147 s.
  3. Asif Naveed e Peter Heinz. Dolori articolari nei bambini // Pediatria e salute dei bambini. 2014; 2 (24): 45–50.
  4. Bird H. A. Ipermobilità articolare nei bambini // Reumatologia. 2005, vol. 44, numero 6, 1 giugno, pag. 703-704. DOI: 10.1093 / reumatologia / keh639.
  5. Nazarova T. I., Petruk N. I. Caratteristiche anatomiche e fisiologiche, tecnica di esame, semiotica delle lesioni ossee e dei sistemi muscolari nei bambini. Caratteristiche, metodi di ricerca, semiotica della lesione. Aiuto didattico per lo studio del corso "Malattie dei bambini". M.: RUDN, 2012.52 s.
  6. Sakovets T. G. Caratteristiche del dolore neuropatico nel danno articolare // Medicina pratica. 2014; 4 (80): 103–106.
  7. Kozhevnikov A.N., Pozdeeva N.A., Konev M.A., Maricheva O.N., Afonichev K.A., Novik G.A. Radiodiagnosi di oligoartrite cronica nei bambini // Bollettino di medicina siberiana. 2017; 16 (3): 224–234.
  8. Bryanskaya A. I., Baindurashvili A. G., Arkhipova A. A. et al. Trattamento artroscopico delle malattie dell'articolazione del ginocchio nei bambini // Ortopedia, traumatologia e chirurgia ricostruttiva dei bambini. 2014, vol. II, n. 3: 18–23.
  9. Gumerov R. A., Abzalilov A. A., Valiullin D. R. et al. Diagnosi e trattamento della sinovite post-traumatica dell'articolazione del ginocchio nei bambini // Chirurgia pediatrica. 2012; 5: 25–28.
  10. Abalmasova E.A. Osteocondropatia // Artrologia pediatrica. M.: Medicina, 1981. S. 284-303.
  11. Slizovsky N.V., Masalova V.V., Zinchenko M.A. Artrite nei bambini. SPb, 2004. 76 s.
  12. Weiss P. F. Diagnosi e trattamento dell'artrite da entesite // Adolesc Health Med Ther. 2012; 3: 67–74. DOI: 10.2147 / AHMT.S25872.
  13. Uziel Y., Hashkes P. J. Dolori crescenti nei bambini // Pediatr Rheumatol Online J. 2007; 5: 5. DOI: 10.1186 / 1546–0096–5-5.
  14. Fatoye F., Palmer S., Macmillan F. et al. Deficit della propriocezione e della coppia muscolare nei bambini con sindrome di ipermobilità // Reumatologia. 2009; 48: 152–157.
  15. Weissmann R., Uziel Y. Sindrome dolorosa regionale complessa pediatrica: una recensione // Pediatr Rheumatol Online J. 2016; 14: 29.
  16. Miller L. M., Cassidy T. J. Postinfettivo. Artrite e condizioni correlate. In: Behrman R. E., Kliegman R. M., Jenson H. B. (a cura di). Nelson Textbook of Pediatrics, 18th end. Filadelfia, WB. Saunders 2007; cappuccio: 147, 519-522.
  17. La giovane Dae Kim, Alan V. Job, Woojin Cho. Diagnosi differenziale dell'artrite idiopatica giovanile // J Rheum Dis. 2017; 24 (3): 131-137. https://doi.org/10.4078/jrd.2017.24.3.131.
  18. Uziel Y., Perl L., Barash J., Hashkes P. J. Artrite reattiva post-streptococcica nei bambini: un'entità distinta dalla febbre reumatica acuta // Pediatr Rheumatol Online J. 2011, 20 ott; 9 (1): 32.
  19. Plesca D., Luminos M., Spatariu L. et al. Artrite postinfettiva nella pratica pediatrica // Maedica (Buchar). 2013, giugno; 8 (2): 164–169.
  20. Novik G.A., Abakumova L.N., Letenkova N.M., Slizovsky N.V., Slizovskaya N.N. Artrite giovanile - l'esperienza della diagnosi e del trattamento // Medico curante. 2008; 4: 23–27.
  21. Kirkhus E., Flatø B., Riise O. et al. Differenze nei risultati di risonanza magnetica tra i sottogruppi di artrite infantile a esordio recente // Radiolo pediatrico. 2011, aprile; 41 (4): 432-440. DOI: 10.1007 / s00247-010-1897-y.
  22. Kozhevnikov A.N., Pozdeeva N.A., Konev M.A. e altri Artrite giovanile: caratteristiche del quadro clinico-strumentale e diagnosi differenziale // Medico curante. 2016; 4: 58–62.

A. N. Kozhevnikov *, 1, candidato alle scienze mediche
N. A. Pozdeeva *, candidato alle scienze mediche
M.A. Konev *
M.S. Nikitin *
A. I. Bryanskaya *, candidato alle scienze mediche
E.V. Prokopovich *, candidato di scienze mediche
K. A. Afonichev **, Dottore in Scienze mediche
G. A. Novik **, dottore in scienze mediche, professore

* FSBI NIDOI dal nome G.I. Turner, Ministero della Salute della Federazione Russa, San Pietroburgo
** FGBOU VO SPbGPMU Ministero della sanità della Federazione Russa, San Pietroburgo

Dolori articolari nei bambini / A. N. Kozhevnikov, N. A. Pozdeeva, M. A. Konev, M. S. Nikitin, A. I. Bryanskaya, E. V. Prokopovich, K. A. Afonichev, G. A. Novik

Per citazione: il medico curante n. 4/2018; Numeri di pagina di emissione: 50-55

Dolore errante in tutto il corpo - quali sono le cause?

Il dolore errante in tutto il corpo spesso confonde non solo i pazienti, ma anche i medici stessi. Si verifica in diversi organi e causa gravi inconvenienti, mentre gli esami potrebbero non mostrare alcuna infiammazione o malfunzionamento di alcune parti del corpo. Quali sono le ragioni di una sensazione così spiacevole? Proviamo a capirlo.

Cause di dolore vaginale in tutto il corpo

Se una persona ha dolori vaganti in tutto il corpo, la causa è spesso chiamata distonia vegetativa-vascolare. Ma in realtà, nel classificatore internazionale delle malattie ICD-10, una tale malattia non esiste. Nella maggior parte dei casi, il problema risiede nella classica nevrosi sistemica, che richiede la consultazione di uno psicoterapeuta.

Il fatto è che il nostro sistema nervoso è diviso in vegetativo e centrale. Il primo esercita il controllo sul funzionamento degli organi interni e il secondo è responsabile di riflessi complessi e semplici. Il sistema autonomo, a sua volta, è diviso in simpatico e parasimpatico. La funzione del simpatico è quella di accelerare il lavoro del muscolo cardiaco, aumentare la pressione sanguigna, inibire la motilità intestinale e altre funzioni che attivano il corpo in situazioni stressanti. Parasimpatico, al contrario, rallenta il battito cardiaco, riduce la pressione, aumenta la motilità intestinale.

In un corpo sano, entrambe queste sezioni sono in equilibrio, ma in caso di violazione di questo equilibrio, si verifica uno squilibrio del sistema autonomo, che comporta il malfunzionamento degli organi del corpo. Di conseguenza, c'è un dolore errante, costringendo una persona a andare dai medici e spendere soldi per varie misure diagnostiche.

"Passare attraverso le fauci" può durare abbastanza a lungo. Dopotutto, se, ad esempio, una persona ha una condizione cardiaca, va da un cardiologo e dopo l'esame scopre di essere assolutamente sano. Quindi va da un neurologo, un terapeuta, altri specialisti - e tutti sostengono di non vedere alcuna deviazione. Nel frattempo, le sensazioni spiacevoli continuano a causare disagio e richiedono un chiarimento delle cause del loro aspetto. Solo dopo aver visitato uno psicoterapeuta, una persona apprende che il suo problema risiede nella disfunzione del sistema autonomo e in una banale nevrosi, che viene trattata con successo con farmaci e un programma psicoterapico completo.

Dolore errante in diverse parti del corpo

A volte il dolore errante non si verifica in tutto il corpo, ma nei suoi singoli luoghi. Considera le principali fonti di tali sensazioni.

Nelle articolazioni e nei muscoli

Il dolore vagante nelle articolazioni e nei muscoli è spesso un sintomo di una malattia come l'artralgia. Questa malattia è una malattia indipendente associata all'irritazione dei neurorecettori nella sacca sinoviale dell'articolazione o funge da presagio allo sviluppo di artrite o artrosi. Le principali cause di artralgia includono:

  • lesioni articolari;
  • infezioni (virali o batteriche);
  • tumori;
  • disturbi del sistema immunitario;
  • carico eccessivo sul giunto a causa di attività professionali.

La sindrome del dolore può essere dolorosa, acuta, opaca, che si verifica nell'una o nell'altra articolazione. Nella maggior parte dei casi, il trattamento dell'artralgia è sintomatico, cioè il dolore errante nelle articolazioni viene eliminato con l'aiuto di analgesici. Allo stesso tempo, l'automedicazione non è altamente raccomandata, poiché la patologia è spesso un sintomo precoce di malattie più gravi.

Se una persona è preoccupata per il dolore muscolare, quindi oltre all'artralgia, i medici considerano una serie di altre malattie:

  • artrite reumatoide;
  • fibromialgia;
  • artrite reattiva;
  • lupus eritematoso sistemico;
  • processi infettivi (influenza, infezione da parassiti, brucellosi).

Indietro

Il mal di schiena errante ha le stesse cause del dolore alle articolazioni. In molti casi, il loro colpevole è l'artralgia associata al bloccaggio delle terminazioni nervose in una delle sezioni della colonna vertebrale. Quando si verifica una violazione, si verificano disturbi circolatori o spasmi dei muscoli periarticolari, che comportano irritazione e disagio dei neurorecettori.

Nella testa

Il dolore vagante nella testa si verifica più spesso nella regione occipitale ed è associato al pizzicamento del nervo cervicale. Sotto l'influenza di alcuni fattori (osteocondrosi, miosite, spondilosi, ecc.), Le terminazioni nervose vengono schiacciate nella colonna vertebrale, il che comporta dolore puntuale in diverse parti della nuca.

A volte i pazienti lamentano dolore nella parte frontale, che può essere associato a osteocondrosi, infezioni cerebrali, tumori, lesioni, un brusco cambiamento di pressione. Spesso cause più comuni portano a sensazioni simili: una posizione scomoda del corpo o indossando occhiali e gioielli, che, a stretto contatto e prolungato con la testa, hanno un effetto puntuale sul cranio.

A stomaco

Il dolore addominale errante può indicare malattie degli organi interni. Si verifica sul lato, quindi nell'ombelico, quindi nell'addome inferiore, quindi si arrende alla gamba. Queste possono essere malattie del fegato (epatite), pancreas (pancreatite cronica) e dell'intestino. A volte il disagio addominale si verifica come sintomo di un'artrite infettiva o reattiva, ma in questo caso una delle manifestazioni sono ondate di ondata di febbre.

Indipendentemente da dove si verificano tali manifestazioni - in tutto il corpo o nei singoli organi, si consiglia di visitare un medico e scoprire la causa esatta del problema, poiché il dolore vaginale può segnalare una grave malattia.

Cosa fare se un bambino lamenta dolore alle gambe senza una ragione apparente: sintomi e trattamento

La malattia di un bambino è un test non solo per lui, ma anche per i genitori. A volte un po 'di malessere diventa un grosso problema. Se un bambino senza una ragione apparente inizia a lamentarsi del dolore alle gambe, l'ansia si intensifica. Prima ci sono cause della patologia e inizia il trattamento, meglio è. I dolori alle gambe sono talvolta il risultato di normali processi fisiologici, ma a volte segnalano la necessità di un intervento medico urgente.

Quando un bambino si lamenta del dolore alle gambe, deve essere mostrato a uno specialista esperto

Possibili cause di dolore e sintomi correlati

Una tabella dei possibili motivi per cui un bambino ha dolore alle gambe:

Le causePerché succede?Sintomi associati
CrescendoIl corpo del bambino sta aumentando di dimensioni. La crescita delle ossa di braccia, gambe, parte inferiore della gamba e piedi provoca disagio.Sono assenti.
Patologie ortopedicheDebole apparato muscolo-legamentoso del piede.Affaticamento, spostamento del baricentro quando si cammina.
Osteocondropatia da tuberosità tibialeLa presenza di attività fisica nei bambini. Di solito appare in 10-15 anni.Un dosso appena sotto il ginocchio che fa male quando esercitato.
Malattia di Perthes (consiglio di leggere: come viene trattata la malattia di Legg-Calve-Perthes nei bambini?)Patologia Congenita.Dolore, zoppia.
infezioniLa temperatura e l'infiammazione causano dolore e articolazioni doloranti.Sintomi di ARVI, tonsillite.
ArtriteNon completamente compreso.Dolore periodico (gambe doloranti, braccia, schiena), ipertermia, debolezza.
reumatismoAumento di streptococco.Mal di testa, affaticamento. Raramente: respiro corto, mal di schiena.
CardiopsychoneurosisDebole sistema vegetativo - di solito una conseguenza dello stress.Dolore vagante senza motivo apparente (il più delle volte mal di cuore o allo stomaco), insonnia.
lesioniDanno meccanico.Gonfiore delle gambe, ematoma.
Patologia del sistema cardiovascolareIl dolore si verifica a causa di una violazione dell'afflusso di sangue alle gambe.Affaticamento, pallore, dolore cardiaco.
La mancanza di vitamine e mineraliNon esiste un "materiale da costruzione" per la normale crescita ossea.Crampi, dolore muscolare, ossa deboli.

Dolore della crescita

Uno dei fattori frequenti che causano dolore alle gambe dei bambini di 3-9 anni è il dolore alla crescita. A riposo, il disagio scompare. Sintomi caratteristici:

  • temperatura corporea normale;
  • l'assenza di eventuali cambiamenti nella pelle delle braccia e delle gambe (gonfiore, arrossamento, ecc.);
  • non ci sono dolori durante il giorno o sono insignificanti;
  • la localizzazione del dolore non cambia.

Se il bambino è caratterizzato dalla maggior parte degli elementi dell'elenco specificato, si trova ad affrontare un normale processo fisiologico. Perché sta succedendo? La risposta sta nello sviluppo asincrono di muscoli e ossa. Puoi alleviare i sintomi spiacevoli con un bagno caldo o un massaggio rilassante. Delle medicine, se necessario, aiuteranno Diclofenac (unguento), Nurofen o Ibuprofen.

Patologie ortopediche

La stragrande maggioranza delle patologie ortopediche accompagnate da dolore alle gambe sono vari tipi di piedi piatti, cattiva postura, displasia o altri cambiamenti patologici nelle articolazioni dell'anca (si consiglia di leggere: displasia dell'anca nei neonati: segni e foto). Localizzazione del dolore: la parte inferiore della gamba (piede, parte inferiore della gamba), con sforzo, i sintomi si intensificano. Non si osservano cambiamenti nella pelle.

lesioni

Se un bambino si distingue per mobilità e carattere "combattivo", questa è la fonte del dolore alle gambe. Lesioni, distorsioni, lividi: tutto questo è il risultato di uno stile di vita eccessivamente attivo. In questo caso, non è necessario fare nulla, le conseguenze di lievi lesioni vanno via da sole. Se il danno si è rivelato grave e ha portato a zoppia, contattare un traumatologo - è necessaria la diagnosi strumentale delle cause del disagio.

Processi infettivi cronici

Le infezioni più comuni:

PatologiapatogenesiSintomatologia
ErisipelaOrigine batterica (stafilococco)Grande eritema della tibia, febbre. Spesso - complicanze associate a malattie cardiache e renali.
PsoriasiVarie: dai batteri agli psicosomaticiLa formazione di elementi rotondi di una tonalità argento-rosata.
MicosiOrganismi funginiMacchie scure sulle gambe, dolore debole, prurito.
ArtriteDiversoIpertermia, forte dolore, movimenti vincolanti.

La mancanza di oligoelementi e vitamine

Ad esempio, il dolore alle gambe senza una ragione apparente può essere dovuto alla mancanza di:

Lo squilibrio della traccia si verifica più spesso nei bambini di età compresa tra 2 e 7 anni. In questo momento, il tasso di sviluppo del bambino dipende fortemente dall'alimentazione. Il dolore causato da carenza di nutrienti si verifica di notte (sotto forma di convulsioni nell'area del polpaccio) o quando si cammina (dolore al piede o sotto le ginocchia). Si nota anche una debole rigenerazione: anche dopo il minimo livido, le gambe fanno male a lungo, e questo causa molti disagi. Per risolvere il problema, prova ad adeguare la dieta da solo o consulta un medico.

Cardiopsychoneurosis

Distonia - crampi muscolari. Esistono molti fattori che causano patologia: ereditarietà, stress e malattie passate. La distonia neurocircolatoria è caratterizzata da spasmi acuti che limitano il movimento. In questo caso, il dolore scompare da solo. I compagni della malattia sono disturbi del sistema cardiovascolare: tachicardia, bradicardia. La terapia include sedativi.

Malattia cardiovascolare congenita

Con malformazioni del sistema cardiovascolare, la circolazione sanguigna è disturbata. Di conseguenza, le gambe diventano deboli. Le patologie congenite vengono rilevate nel primo anno di vita di un bambino, ma se i medici non hanno riscontrato anomalie, possono essere identificate indipendentemente dai seguenti segni:

  • sin dalla tenera età, le gambe fanno male al mattino e alla sera;
  • a riposo, il dolore scompare, ma quando si cammina di nuovo appare;
  • La frequenza cardiaca e NPV sono oltre la norma (consigliamo di leggere: norma di frequenza cardiaca e NPV nei bambini);
  • il polso sulle gambe è palpabile;
  • il dolore colpisce le gambe sotto il ginocchio e il piede.

Fatica

Lo stress è un compagno di una persona per tutta la vita. È più difficile per i bambini affrontarlo che per gli adulti, quindi si verificano malattie psicosomatiche. A 3-4 anni, lo stress è causato dall'adattamento al mondo esterno. All'età di 5-6 anni, iniziano i giorni di scuola e il bambino deve unirsi alla nuova squadra. Durante questo periodo, aiuta il bambino. Ascolta quando si lamenta. Cerca di conoscere le sue esperienze nel tempo e affrontale insieme.

Altri motivi

L'elenco descritto delle cause del dolore non è esaustivo. Qualsiasi malattia colpisce molti organi interni e può influire sulle condizioni delle articolazioni. Gli ormoni malfunzionanti portano anche a dolore in varie parti del corpo..

Malattia di Still, malattia di Schlatter, malattia ossea: tutto ciò influisce negativamente sullo sviluppo del bambino, quindi è meglio consultare un medico in modo tempestivo.

Come eliminare il dolore alle gambe nei bambini piccoli, a seconda della sua causa?

PatologiaQuale medico dovrei contattare?Come trattare?
Patologie ortopedicheOrtopedicoGinnastica, scarpe ortopediche speciali.
Rottura (stiramento) del tendine di AchilleTraumatologoDurante lo stretching, vengono utilizzati metodi conservativi: gesso, riposo a letto. Se il dolore è grave, è possibile utilizzare farmaci antidolorifici. All'interruzione, il trattamento viene eseguito chirurgicamente.
infezioniMalattia infettivaA seconda della malattia. Molto spesso - antibiotici.
ArtriteOrtopedicoUnguenti analgesici, farmaci antinfiammatori non steroidei, iniezioni locali.
reumatismoPediatra, reumatologo, riflessologoFarmaci antinfiammatori non steroidei, antibiotici (bicilline).
CardiopsychoneurosisCardiologoPsicoterapia, sedativi, antipsicotici, antidepressivi.
Patologia del sistema cardiovascolareCardiologoTerapia di mantenimento o chirurgia.
osteomieliteSpecialista in malattie infettive, pediatraAntibiotici, antidolorifici, a volte un intervento chirurgico.

Se si verificano sintomi fastidiosi, è necessario prima contattare un pediatra. Il medico effettuerà la diagnosi iniziale e, se necessario, farà riferimento a specialisti di profilo ristretto. Prima ti consulta con il tuo medico, meglio è. La maggior parte delle malattie può essere facilmente curata solo nelle fasi iniziali. L'automedicazione è vietata, poiché gli effetti collaterali possono influenzare negativamente il corpo dei bambini.

Dolore errante nelle articolazioni e nei muscoli

Il dolore vagante nelle articolazioni e nei muscoli è una condizione caratterizzata dal verificarsi di disagio in diverse parti del corpo a sua volta.

Caratteristiche del dolore migratorio

La sindrome del dolore errante è un complesso sintomatico che caratterizza varie malattie del sistema muscolo-scheletrico. Per il dolore di questo tipo, i seguenti sintomi sono caratteristici:

  • Rafforzare i sintomi al mattino, interrompere la sindrome dopo aver assunto antidolorifici o aver limitato l'attività fisica,
  • La sindrome del dolore si sviluppa non solo nelle articolazioni articolari, ma anche nei muscoli della parte inferiore della gamba, della coscia, del piede o della schiena,
  • Limitare la mobilità articolare dopo il sonno o un lungo riposo,
  • La durata del dolore migratorio è diversa, esiste la probabilità che una patologia diventi cronica (artrite persistente).

Per prevenire la transizione della patologia in una forma cronica con il successivo sviluppo di complicanze, è necessario identificare la causa della sindrome e fare una diagnosi accurata.

Eziologia del dolore migratorio

Per alcuni tipi di patologie del sistema muscolo-scheletrico, è caratteristica la comparsa di dolore vaginale nelle articolazioni e nei muscoli, che in combinazione con altri segni ci consente di differenziare la malattia.

Malattia di Still

La malattia viene rilevata nei bambini, spesso si sviluppa prima dei 16 anni. Per questa patologia, le seguenti caratteristiche del corso sono caratteristiche:

  • L'artrite errante colpisce 1-2 grandi articolazioni,
  • Un sintomo comune è lo sviluppo di una febbre, accompagnata da vertigini, nausea o debolezza. Il dolore muscolare si intensifica quando la temperatura corporea aumenta,
  • Con la progressione della patologia, si sviluppa la poliartrite - si verificano dolori vaganti nelle articolazioni degli arti superiori e inferiori, dell'articolazione temporo-mandibolare.

Senza trattamento, c'è un alto rischio che la malattia diventi cronica, con buone possibilità di guarigione.

Artrite reumatoide

Infiammazione autoimmune, accompagnata da danni a organi e sistemi. Spesso un sintomo di artrite è un dolore errante nelle articolazioni e nei muscoli..

Caratteristiche cliniche del decorso dell'artrite:

  • Spesso esposti all'artrite vaginale, le persone di età compresa tra 40 e 50 anni,
  • La sconfitta delle piccole articolazioni viene diagnosticata raramente, spesso l'articolazione del ginocchio, della caviglia,
  • Negli stadi 3-4 dell'artrite si verificano alterazioni degenerative irreversibili delle articolazioni, che portano alla loro deformazione e funzionalità compromessa,
  • I dolori vaganti del corpo sono caratteristici per qualsiasi periodo della malattia.

Se l'artrite viene rilevata nelle prime fasi, c'è la possibilità di prevenire ricadute e complicanze della patologia. In casi avanzati, la disabilità è inevitabile.

Lupus eritematoso sistemico

Una donna è affetta dalla malattia, che è caratterizzata da un danno alla pelle e dallo sviluppo di processi infiammatori sistemici nel corpo.

Caratteristica del lupus eritematoso sistemico:

  • I dolori migratori nelle articolazioni e nei muscoli si verificano simmetricamente, le piccole articolazioni sono coinvolte nel processo,
  • La deformazione articolare si sviluppa a causa della natura cronica dei processi infiammatori,
  • La presenza di eruzioni cutanee sul corpo,
  • Febbre e danni al sistema urinario e cardiovascolare: sviluppo di nefrite, miocardite o pericardite.

Nella diagnosi differenziale, è necessaria la nomina di test di laboratorio, poiché con la patologia le proprietà del sangue cambiano spesso.

Artrite reattiva

La malattia ha una natura infettiva, ha un decorso lieve e una prognosi favorevole per il trattamento.

I dolori volanti nelle articolazioni sono noti a causa dell'ingresso di microrganismi nei tessuti vicino alle articolazioni, che provoca una risposta immunitaria acuta.

Sintomi di artrite reattiva:

  • I dolori vaganti si verificano in modo asimmetrico, sono unilaterali,
  • Nessun segno di deformità articolare nelle radiografie,
  • La soppressione del numero di microrganismi patogeni contribuisce al rapido sollievo dal dolore.

Per la diagnosi differenziale dell'artrite con altre malattie infettive, è necessario condurre un'anamnesi approfondita e identificare patologie degli organi interni.

Malattie infettive

Quando penetra nel corpo, l'agente patogeno patogeno penetra negli organi e nei tessuti, provocando lo sviluppo di processi infiammatori. La probabilità che i batteri entrino nel tessuto articolare è molto piccola, ma a volte le articolazioni fanno male in luoghi diversi a causa della produzione di tossine da parte dei microrganismi..

Processi patologici accompagnati da artralgia:

La manifestazione del dolore muscolare è caratteristica della fibromialgia, quando la localizzazione del disagio non è le articolazioni, ma i muscoli. L'artralgia ha una natura migratoria, accompagnata da convulsioni, crampi e ipertermia.

Traumi, tumori maligni ed eccessiva attività fisica contribuiscono allo sviluppo del dolore vaginale nei muscoli e nelle articolazioni.

Diagnostica

Per stabilire la causa del dolore vagante nelle articolazioni e nei muscoli, è necessario condurre un esame completo del corpo utilizzando metodi diagnostici aggiuntivi.

  • Terapia di risonanza magnetica,
  • Radiologia,
  • Esame del sangue da laboratorio,
  • Diagnostica ad ultrasuoni.

Lo sviluppo di un regime terapeutico dipende dalla diagnosi stabilita e dal grado di progressione della malattia, comprende terapia farmacologica, procedure fisioterapiche e metodi di trattamento alternativi.

Trattamento

Il principio principale della terapia farmacologica è l'anestesia e il sollievo del processo infiammatorio nell'articolazione interessata.

I principali gruppi di farmaci:

  • Gli agenti non steroidei (Diclofenac, Ibuklin), usati sotto forma di unguenti o compresse, bloccano la sindrome del dolore e prevengono la progressione dei processi degenerativi nel corpo. In assenza dell'effetto del trattamento, vengono prescritti steroidi ormonali (prednisone), che hanno un pronunciato effetto immunosoppressivo,
  • Condroprotettori (Don, Rumalon) - migliorare la microcircolazione nei tessuti e contribuire al ripristino delle strutture della cartilagine,
  • I miorilassanti (Mydocalm, Baclofen) sono prescritti per spasmi muscolari o crampi,
  • La terapia antibatterica viene utilizzata per identificare un patogeno infettivo, viene selezionata tenendo conto della sensibilità del patogeno all'antibiotico.

Inoltre, al paziente con dolore alla camminata nelle articolazioni vengono prescritti complessi multivitaminici volti a rafforzare i muscoli e le ossa, per colmare la carenza di oligoelementi e minerali.

Nel dolore acuto, viene presa una forma di compressa di un anestetico, viene applicato un unguento riscaldante sull'articolazione e l'arto viene fissato in una posizione comoda fino a quando non viene fornita assistenza specializzata.

Procedure fisioterapiche

Contribuisce al rapido recupero e ripristino della funzionalità articolare conducendo la fisioterapia, che consiste nelle seguenti procedure:

  • Fangoterapia - applicazione di fango terapeutico sull'articolazione interessata sotto forma di impacchi, applicazioni o bagni di fango. Le procedure stimolano i processi metabolici e fermano l'infiammazione dell'articolazione. Il corso del trattamento 10-15 sessioni di 30 minuti,
  • Laser, elettropulse o terapia magnetica mirano a ripristinare il trofismo tissutale, ma è consentito il suo uso dopo la rimozione della sindrome del dolore acuto,
  • L'agopuntura ha effetti analgesici e rigenerativi, praticamente non ha controindicazioni.

Il massaggio e la terapia fisica aiutano a ripristinare la mobilità articolare e ripristinare il tono muscolare.

Rimedi popolari

Prima di contattare uno specialista per il dolore vaginale nei muscoli e nelle articolazioni, è efficace utilizzare ricette alternative a causa della disponibilità di componenti e dell'alta efficienza di questa tecnica di trattamento.

  • Unguento riscaldante: mescolare 1 cucchiaino. peperoncino e glicerina, aggiungere 3 gocce di una soluzione di chiodi di garofano e propoli. Riscaldare la miscela a bagnomaria e mescolare fino a formare una consistenza uniforme. L'articolazione viene trattata con il prodotto finito di notte, l'arto è avvolto con tessuto,
  • Foglie di ortica tagliuzzate, corteccia di salice, fiori di sambuco e radice di prezzemolo sono mescolati in quantità uguali. Per un decotto, 1 cucchiaino. le erbe vengono versate con acqua bollente e cuocere a fuoco lento per 5 minuti. Prendi fondi due volte al giorno, 200 ml,
  • Impacco di cavolo: una foglia fresca viene battuta con un mattarello e ricoperta di miele, quindi applicata all'articolazione, fissando l'articolazione con una benda. Durata del trattamento con compresse 10-15 giorni.

Assicurati di seguire una dieta per i dolori vaganti: l'eccezione alla dieta è il cibo veloce, speziato e affumicato, la conservazione. È utile includere nella dieta fragole (bacche e foglie), verdure e frutta.

Per la prevenzione del dolore, è necessario evitare l'ipotermia e l'infezione da malattie infettive, cercare tempestivamente l'aiuto di specialisti.